martedì 6 luglio 2010

Malati di cancro, non curatevi con la chemio, usate il bicarbonato, anzi, fate psicoterapia!

Ha trovato spazio, ovviamente sul sito di Luogo Comune, Alberto Mondini.
Vediamo chi è costui, anche in base ad una intervista che ha rilasciato a Massimo Mazzucco, amministratore del sito di Luogo Comune.

Lui stesso dichiara:
“Sostanzialmente, sono uno scrittore. Ho iniziato, molti anni fa, come naturopata, nel senso che mi interessavo di cure e rimedi naturali.”.
E poi, alla domanda se è medico, lui risponde:
“Non sono nemmeno laureato. Ho la maturità scientifica.”

Questo per inquadrare brevemente chi è Alberto Mondini.
Ha scritto il libro “Kankropoli – La mafia del cancro”.

Collabora con l'Associazione per la Ricerca e la prevenzione del cancro. E' interessante come nel nome dell'associazione non venga menzionata la cura del cancro, ma solo la ricerca e la prevenzione.

Nell'intervista a Massimo Mazzucco Mondini dice di non essere soddisfatto delle vendite del suo libro. Vediamo nel dettaglio cosa dice:
“No, purtroppo non fece nessun botto (il libro NdB). Anzi, uscì da un piccolo editore, che ne stampò pochissime copie, e fu completamente ignorato dai media tradizionali. E rimasi insoddisfatto, perché non riuscivo a diffonderlo. Nel frattempo però nasceva Internet, ed io iniziavo a rendermi conto della portata di questo nuovo mezzo di comunicazione. Fu così che un giorno decisi di mettere "Kankropoli" online gratuitamente, con la piena libertà di riprodurlo e distribuirlo a piacimento. Fu allora che fece il botto.”

Mazzucco risponde dicendo:
”Infatti, ricordo che fu una delle prime cose che lessi, quando iniziavo ad interessarmi di medicina, e posso tranquillamente dire che mi abbia dato una sveglia di prim’ordine.”

Quindi Mazzucco ha cominciato ad interessarsi alla medicina. E cosa va a leggere? Un libro scritto da una persona che non è medico, non è laureato, ha il diploma scientifico e si interessa alla naturopatia.
Ricordo che la naturopatia è una pratica non accettata dalla scienza medica.

Mondini continua spiegando cosa fa:
“Diciamo che mi occupo di diffondere un certo tipo di informazione che possa aiutare la gente che ne ha bisogno. Studio, approfondisco - per quel che sono le mie capacità - e diffondo. In particolare, promuovo quella che chiamano medicina ortomolecolare. In realtà iniziai a promuoverla 7 anni fa, quando in Italia nemmeno si sapeva cosa fosse.”
Quindi cerca di diffondere i credo della medicina ortomolecolare (http://en.wikipedia.org/wiki/Orthomolecular_medicine ) che si basa sull'uso di aminoacidi, vitamine, sali minerali.
Sono stati fatti svariati studi che attestano che i trattamenti dettati da tale medicina possono aumentare la mortalità delle persone sottoposte a tali a queste terapie.
Vedere:
http://www.nytimes.com/2009/03/24/health/24brod.html?_r=1
http://news.bbc.co.uk/2/hi/health/3998847.stm
http://www.inchem.org/documents/jecfa/jecmono/v05je20.htm
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17327526?dopt=AbstractPlus

Mondini prosegue parlando di una legge che, a sentire lui, sarebbe stata voluta dal ministro Sirchia:
“Cioè, in base a quella legge non si possono mettere sul mercato integratori alimentari che contengano una dose giornaliera di vitamina "C" superiore ai 180 milligrammi.”
Forse perchè, come molte (forse tutte) cose che fanno bene, prese in eccesso, fanno male, come è stato ampiamenti dimostrato dagli studi che ho citato poco sopra?

Mondini continua:
“Io invece faccio parte di un gruppo di persone che la assume regolarmente da anni”.
Sarebbe interessante sapere quanta ne assume. Ma ovviamente sorvola sulla quantità e Mazzucco se ne guarda bene dal chiederlo.

Ora lasciamo perdere il resto dell'intervista per andare a vedere “L’elenco aggiornato delle terapie affidabili” come recita il sito dell'A.R.P.C.

Vediamo cosa dice quindi la pagina del sito:
“Diamo questi riferimenti perché abbiamo la convinzione, scientificamente fondata su osservazione ed esperienze, che il malato possa trovarvi un valido aiuto. L’ARPC però non ha alcun rapporto di collaborazione con i centri, le ditte, le associazioni o i professionisti qui citati. Pertanto non assumiamo nessuna responsabilità né per il comportamento di tali entità, né per risultati che il malato potrà ottenere presso di essi.”
Quindi prima fa tabula rasa di tutte le terapie conosciute sul cancro, ma se ne lava le mani se poi qualcuno segue le indicazioni che la stessa associazione fornisce. Comodo!

Continua con i consigli generici:
“La prima, più importante, fondamentale terapia è NON fare chemio o radioterapia. Non fate neanche operazioni chirurgiche, se non in situazioni particolari da valutare caso per caso. Le statistiche dimostrano che, già solo NON facendo questi trattamenti, la media di vita dei pazienti è generalmente molto più lunga. Leggete l'articolo "Chemioterapia, pratica assassina". Se volete sapere che speranza di vita avete facendo i loro trattamenti (al di là delle chiacchiere che gli oncologi vi propinano) secondo i dati ufficiali della medicina di stato, leggete “Chemio assassina”. Se poi vi accontentate di quanto promesso, fate pure la chemio...”
Faccio notare che nei due siti indicati non c'è traccia delle statistiche che ha accennato.

Prima di passare alle cure alternative volevo precisare una cosa.
Nessuna delle cure che seguono sono state riconosciute dalla scienza medica. Ed una persona potrebbe dire che è troppo facile liquidare il tutto con una tale affermazione, in quanto, stando a quanto dice Alberto Mondini, è nell'interesse della scienza medica affermarlo. La questione però è che anche loro stessi non sono stati in grado di portare prove scientifiche che dimostrino l'efficacia dei loro metodi. Questo fatto, porterebbe la scienza medica a riconoscere efficaci queste cure alternative.

Ed ora passiamo al punto forte, le cure alternative:



  1. “Il metodo Görgün, ottimo per tumori solidi, anche in casi terminali. Si può ricevere in Turchia ad Istanbul. (Attualmente non disponibile) Per informazioni inviare un'email all'ARPC.”

Vediamo in cosa consiste il metodo Gorgun (da http://www.molecularlab.it/news/commento.asp?n=468&comid=591):
“Della sua attività in questa sede ci interessa la sua macchina per guarire i tumori solidi , il Gemm, un apparecchio elettronico a bassissima potenza per la cura dei tumori solidi con risultati sorprendenti. Accertata è l’assoluta innocuità del metodo dal punto di vista degli effetti collaterali, che non si sono mai verificati. In quanto ai risultati Il dr. De Renzo suo collaboratore attesta che qualche beneficio i pazienti lo hanno SEMPRE ottenuto, più o meno importante, più o meno duraturo. Il paziente si deve attenere a norme di protezione elettrica, che scombussolano un po’ la sua vita. Non può usare i soliti indumenti (lana,fibre artificiali), deve guardarsi da ogni fonte di elettricità statica, deve evitare campi magnetici di qualsiasi provenienza. Il metodo di per sé è semplicissimo: il paziente deve stare semplicemente in una stanza ed esporsi a queste radiofrequenze.
Tale macchina è stata sequestrata più volte e per lunghi periodi dalla Magistratura a seguito di varie denuncie. Tutto si è sempre risolto con assoluzioni o "non luogo a procedere"; nonostante ciò, quella "magistratura parallela" che si chiama Ordine dei Medici ha espulso con infamia il prof. Alberto De Renzo, che è il primo medico che collabora dal 1986 con il dott. Gorgun.”
Quindi una macchina che espone il paziende a radiofrequenze e non deve indossare determinati tipi di vestiti. Di più non si sa. Inutile aggiungere che tale pratica non è stata riconosciuta dalla scienza.
Ho provato a chiedere maggiori informazioni via mail all'Associazione ma non ho ottenuto alcuna risposta.




  • Il metodo "Albert" (Biosystem). Oltre che in tumori e leucemie, opportunamente personalizzato, ha dato splendidi risultati in varie malattie, quali sclerosi multipla, distrofia muscolare, SLA, ecc... e perfino in gravi malattie mentali (psicosi). Si basa essenzialmente sulla ricerca ed eliminazione di virus, funghi, parassiti e batteri dall'organismo; secondo nuove, avanzatissime scoperte. Potete scaricare QUI la descrizione del test clinico necessario per poter iniziare il trattamento e i moduli per richiederlo. Se volete saperne di più, ecco una buona documentazione on line. Per ulteriori informazioni potete telefonare all'ARPC.


Se si segue il primo link si scarica un documento dove si invita, senza fornire alcuna spiegazione, ad inviare un proprio capello assieme a 150 euro per effettuare un short test.
Il secondo link porta ad una pagina dove viene spiegato meglio in cosa consiste il metodo.

In questo pagine invece abbiamo note e appunti dell'Ing. Ezio Maggiore (fondatore della Biosystem, produttrice del sistema Biohelp).
Arriviamo al sodo e vediamo cos'è l'apparecchiatura miracolosa (http://www.aerrepici.org/Biohelp/006-antiagenti_patog.html):
“L'apparecchio in oggetto è costituito da 2 generatori di messaggi in codice programmabili. Il dispositivo, poco più grande di un pacchetto di sigarette per cui puo' essere facilmente portato dal paziente é alimentato da una batteria che ha la durata di una settimana circa.
All’apparecchio sono collegati dei fili che a loro volta sono collegati con una cinta, realizzata con del flat-cable e posti in corrispondenza della vita; altri due sono collegati con un certo numero di elettrodi di silicone al carbonio posti in corrispondenza dell’organo o degli organi malati; tramite del cerotto vengono fissati sulla pelle e della pasta elettrolitica assicura la trasmissione del segnale elettrico attraverso la pelle; normalmente il paziente non sente la corrente elettrica.”

Continuando nella lettura dell'articolo vengono citati macchie solari, cicli lunari, magnetosfera terrestre.

Infine la perla:
“L’ing. E. Maggiore ha individuato in natura, nel ricavato della polvere di perla e di cartilagine di squalo bianco (del mare australe), delle proteine della famiglia delle citochine che ottimizzano la funzione di trasmissioni di segnali del BIOHELP”.

Non ho trovato alcuna traccia scientifica dei benefici della polvere di perla (ho trovato traccia solo di quanto può essere anti-economico un rimedio del genere).
Sono stati invece eseguiti studi e ricerche a “doppio cieco” sulla cartilagine di squalo:
http://www.newswise.com/articles/view/530517/
http://www.shark.ch/Preservation/Facts/cartilage.html
http://clinicaltrials.gov/ct2/results?term=neovastat&spons=%22AEterna+Zentaris%22&spons_ex=Y

Tali studi, non solo hanno appurato che non c'è alcuna prova dei benefici che possono trarre le persone malate di cancro dalla carilagine di squalo, ma, anzi, hanno appurato che, al contrario di quanto si credesse tempo fa (vedere libro “Gli squali non si ammalano di cancro. La cartilagine di squalo può salvarvi la vita” di Linda Comac e William I. Lane), ci sono diverse decine di tipi di tumori che possono colpire lo squalo. E la cartilagine di squalo è uno dei più efficaci trasmettitori di questo tipo di patologia. Non basta cercare nel mare gli squali malati, potrebbero essere già morti, è necessario fare studi più approfonditi per vedere se davvero lo squalo non può ammalarsi di tumore.
In sostanza quindi il metodo “Albert” sarebbe una sorta di magnetoterapia.
La magnetoterapia, che ricordo non è accettata dalla scienza medica, perchè priva di prove scientifiche della sua validità, sostiene che i campi magnetici prodotti da magneti produrrebbero effetti benefici alla salute.
Sono stati fatti diversi studi e ricerche anche in questo caso.
Nessuno studio ha provato l'effettivo effetto benefico, per questo che il metodo non è stato riconosciuto dalla scienza medica, non perchè va contro i dettami della medicina imposti dall'alto.
http://www.nsf.gov/statistics/seind02/c7/c7s5.htm
http://mrw.interscience.wiley.com/cochrane/clsysrev/articles/CD002930/frame.html
http://mrw.interscience.wiley.com/cochrane/clsysrev/articles/CD002933/frame.html
http://www.csicop.org/si/show/magnet_therapy_a_billion-dollar_boondoggle/
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1325112/?tool=pmcentrez




  • Il metodo Di Bella. Non lo consigliamo più perché troppo spesso viene associato a sostanze chemioterapiche. Se volete potete rivolgervi alle seguenti associazioni, che sono specializzate in questa terapia.

Il metodo Di Bella è salito alla ribalta dei riflettori alla fine degli anni 90.
Anche questo metodo non è accettato dalla scienza medica.
Alcune ricerce e studi hanno provato l'inefficacia di tale metodo:
http://caonline.amcancersoc.org/cgi/content/full/54/2/110

Non mi dilungo su questo metodo in quanto lo stesso Alberto Mondini lo sconsiglia.




  • Chi ha detto che per guarire i tumori c’è bisogno di complessi, raffinati e costosi farmaci? Il dott. Tullio Simoncini oncologo dimostra, cartelle cliniche alla mano, che il cancro si può guarire con un po’ di bicarbonato di sodio (!!!) in un’altissima percentuale di casi. Interessante, semplice ed efficace anche la sua terapia per il melanoma, che secondo la medicina di stato è considerato uno dei tumori più micidiali. Un sentito ringraziamento a questo scienziato che ci ha messo a disposizione il suo protocollo che, in molti casi, può essere usato senza tecniche costose o complicate. Vedi “bicarbonato”. Ovviamente la medicina di stato, venduta agli interessi delle multinazionali, non ha potuto accettare un simile “affronto”. Infatti Simoncini è stato radiato dall’Albo dei Medici con questa incredibile motivazione: “curava il cancro col bicarbonato di sodio”.


Di Tullio Simoncini se ne è parlato in abbondanza, e non mi ripeterò al riguardo.
Solo qualche precisazione:
Tullio Simoncini non è stato radiato dall'Albo dei Medici perchè “curava il cancro col bicarbonato”, ma è stato radiato perchè prescriveva e lui stessa praticava metodologie non riconosciute dalla scienza medica. Per quel motivo è stato accusato e condannato per frode e omicidio colposo.
http://medbunker.blogspot.com/2009/03/sylvia-marjolein-e-le-tasche-dei.html
http://archiviostorico.corriere.it/2006/maggio/21/Medico_condannato_omicidio_colposo_co_10_060521029.shtml
Alcuni esempi prelevati dai link citati sopra, con relative fonti.
Primo caso, Massimo Civetta: “Ha provocato la lacerazione dell'intestino a un malato di terminale” e “E l' oncologo, in cambio di 400 euro, tentò il miracolo: con un' iniezione a base di bicarbonato di sodio, miscelato ad acqua, perforò la massa tumorale. L' effetto non fu quello sperato: la sera dopo, 8 febbraio 2002, il giovane morì con l' intestino perforato, tra dolori lancinanti. “
Secondo caso:
“ Poco tempo dopo, le altre due vittime: Maria Grazia Canegrati, di Milano, uccisa il 1° marzo 2002 da un adenocarcinoma, e Grazia Cicciari, di Milazzo, morta il successivo 15 novembre per un tumore ai polmoni. Sono i due casi che hanno fatto guadagnare a Simoncini l' assoluzione dall' accusa di omicidio colposo, ma il giudice ha condannato il medico, insieme al fratello, per truffa aggravata. La perizia collegiale, secondo l' avvocato Piraino, «ha escluso che la cura abbia determinato il decesso delle pazienti», ma ciascuna di loro ha speso circa 7.500 euro per l' inutile cocktail di acqua e bicarbonato somministrato nella clinica «Madonna della fiducia», all' Appio, dove Simoncini faceva ricoverare i malati terminali che si affidavano alle sue mani. “
Altri interessanti documenti qua:
http://attivissimo.blogspot.com/2009/02/antibufala-bicarbonato-per-curare-il.html

Qua
http://medbunker.blogspot.com/2009/03/che-male-vuoi-che-facciai-parte.html
E qua
http://medbunker.blogspot.com/2009/03/che-male-vuoi-che-facciaii-parte.html
C'è spiegato nel dettaglio il calvario di una persona che si è messa nelle mani di Simoncini.

Qui altre testimonianze di persone curate da Simoncini:
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2003/02/08/anche-noi-vittime-di-quel-medico.html

Ricerche scientifiche:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17960625?ordinalpos=1&itool=EntrezSystem2.PEntrez.Pubmed.Pubmed_ResultsPanel.Pubmed_RVDocSum

Queste persone hanno tutta l'aria di essere cavie umane di Simoncini.

La cosa che però mi colpisce e deve far riflettere è questa:
ci sono dei casi, stando ai racconti dello stesso Simoncini, che avrebbero comportato la guarigione da un cancro, dopo che il diretto interessato era dato per spacciato, perdonatemi la crudezza di linguaggio.
In questi casi Simoncini si vuole assicurare il fatto che la persona curata non vada a raccontare della miracolosa guarigione con il medico che aveva dato per spacciato il paziente.
Per quale motivo? Io andrei dal medico che mi ha dichiarato spacciato e lo appenderei al muro! Scusate la crudezza.. Ma invece Simoncini dice di non farlo.
Mi vengono in mente queste giustificazioni:
Sono casi costruiti ad arte, quindi la cosa viene liquidata così per chiuderla in modo comodo;
Coloro che hanno prescritto le cure alternative sono perseguibili penalmente perchè non essendo medici non possono in alcun modo prescrivere o somministrare cure. Ma il fatto di parlarne con un medico vero porterebbe, sì, all'accusa, ma, se effettivamente le cure hanno funzionato, portebbe alla ribalta finalmente la cura alternativa;
Si scoprirebbe che le persone curate o non erano malate in modo così grave, oppure erano stati colpiti da lievi formi di tumori non maligni che non avrebbero comunque portato alla morte;
Le persone malate hanno sì, seguito le cure alternative che in alcuni casi possono non portare malefici, ma hanno al tempo stesso seguito le cure tradizionali;

Sinceramente non so pensare a qualche altro motivo per cui tenere nascosta la cosa.




  • Anni fa in Canada esisteva una clinica che curava i tumori con un prodotto erboristico tramandato dagli indiani (detto Essiac) e perfezionato dal medico personale del presidente Kennedy. E' stata fatta chiudere dal potere sanitario perché aveva troppo successo. Probabilmente è uno dei prodotti erboristici più potenti come anticancro.


Nessuna traccia degli effettivi benefici dell'Essiac.
Al contrario, ci sono ricerche che indicano invece la non efficacia dell'Essiac e non si escludono eventuali effetti collaterali:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19476742/#
http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/druginfo/natural/patient-essiac.html




  • Secondo una ricetta tradizionale ripresa da Padre Romano Zago e confermata da ricerche fatte dal Prof. D'Alessio, direttore del Dipartimento di Chimica Organica e Biologica dell'Università Federico II° di Napoli, e recentemente dal Prof. Zora, l'Aloe arborescens possiede potenti qualità anticancro. Ecco la ricetta: mezzo chilo di miele genuino, circa 350 gr. di foglie di aloe private delle spine, 30 gr. di grappa; frullate tutto finemente. La dose media (ma può variare moltissimo da caso a caso) è un cucchiaio da tavola tre volte al dì, a digiuno, un quarto d'ora prima dei pasti. Attenzione! Per essere efficace l'Aloe deve avere dei requisiti che non sempre si possono reperire nelle piante che si trovano normalmente nei vivai. Conviene acquistare un prodotto che, secondo noi, dà ottime garanzie di qualità


Qui c'è un chiaro invito a non procurarsi presso altri vivai le piante necessarie per questo trattamente ma invita a contattare una precisa persona indicando numero telefonico e indirizzo email.
Non ho trovato alcun riscontro delle ricerche del Professore D'Alessio menzionato nell'articolo.
Vediamo cosa dice Wikipedia qua:
http://it.wikipedia.org/wiki/Aloe_arborescens
In particolare, il citato Romano Zago, avrebbe detto nel suo libro quanto segue:
“ il frate suggerisce di non abbandonare comunque le tipiche cure tumorali (radioterapia, chemioterapia, ecc...), ma procedere in parallelo con questo preparato.”.
Spiacente, troppo facile.




  • Il metodo Hamer e altre tecniche mentali. Si rivolgono alle cause mentali del cancro. Possono essere efficaci nei casi di leucemia e di tumore, specie se non è stata fatta alcuna terapia distruttiva (radio-chemio-chirurgia), o in altre malattie, ma per una guarigione è importante farle in ogni caso di malattia.

Attenzione, perchè qui siamo di fronte ad un professionista.
Ryke Geerd Hamer era un medico. Ora non è più abilitato alla professione di medico.
Sostiene di aver esaminato 30000 casi, ma non c'è traccia nella letteratura medica di questi casi.
http://www.swisscancer.ch/dt_fr/content/orange/pdf/skak/01_02_hamer_e.pdf

Vediamo ciò che sostiene Hamer (da http://it.wikipedia.org/wiki/Ryke_Geerd_Hamer ):
“in un primo tempo Hamer ipotizza che il cancro sia causato da traumi improvvisi e drammatici, che porterebbero a dei conflitti biologici. In seguito, nel 1981 elabora una teoria secondo la quale tutte le malattie sarebbero causate da tali conflitti biologici e l'unica possibilità di guarigione sarebbe quindi data dalla risoluzione del conflitto. Denomina la sua ipotesi di uno shock biologico sindrome di Dirk Hamer (in inglese Dirk-Hamer-Syndrome o DHS) e battezza le basi della sua pratica Cinque Leggi Biologiche.“

Dal 1986 pratica abusivamente la professione di medico.
In tale anno “è stato radiato dall'Ordine dei Medici dal tribunale distrettuale di Coblenza per omessa assistenza medica” (da http://it.wikipedia.org/wiki/Ryke_Geerd_Hamer ).
Faccio notare una cosa: è stato radiato per causa che non riguardano nel modo più assoluto le cure alternative contro il cancro, quindi decade il solito discorso che sarebbe stato radiato per impedirgli di scoprire cure più efficaci della chemioterapia. Ma al complottista questi particolari non interessano.
Sempre da:
http://it.wikipedia.org/wiki/Ryke_Geerd_Hamer
E' stato condannato 6 volte: per calunnia, per aver fatto perdere una gamba ad un ragazzo malato di cancro curandolo con una terapia non idonea, per esercizio illegale della professione medica, è stato condannato in contumacia, è stato condannato per frode ed infine per incitamento all'odio razziale.
Uno stinco di santo quindi.
Pare che attualmente si trovi in Norvegia e avrebbe fondato una casa editrice a proprio nome:
http://nol.no/bedrifter/germanische-neue-medizin-forlag-dr-hamer_b992168196.html




  • Anche l’alimentazione sembra essere decisiva in molti casi, sempre abbinata a terapie fisiche. La più efficace è quasi sicuramente la cosiddetta "alimentazione istintuale" (Instinctotherapie), poco conosciuta in Italia, dove non è ancora stato pubblicato alcun libro sull’argomento. Siamo pertanto orgogliosi di presentarvi alcune pagine del libro "Mangiare Vero". Ringraziamo il Sig. Fausto Levantesi, traduttore italiano dell’intero libro, autorizzato dall’autore. Istintoterapia Il libro è ancora inedito in Italia, ma chi è interessato potrà richiederne una copia al traduttore, a uno dei suoi recapiti che abbiamo riportato nella pagina relativa


Da qua:
http://www.mednat.org/alimentazione/alimentazione_istintuale.htm
“Non mangiate nulla di cotto o trasformato artificialmente in qualsiasi maniera; mangiate solo cose il più possibile allo stato naturale.
Rigorosamente escludete latte, formaggi e altri derivati del latte.”
“Bevete acqua solo prima dei pasti o 3-4 ore dopo il pasto. “
“Colazione: preferibilmente nulla oppure acqua; se non ce la fate, frutta dolce o acida (agrumi). “
“Pranzo (ore 12,30): (carboidrati) a scelta, frutta dolce o acida (agrumi), miele.Non dimenticate la frutta tropicale: è importante. Banane di varie qualità, datteri, mango, papaia, ecc...Le banane platano non vanno cotte, ma lasciate al sole o in ambiente caldo finché diventano nere e morbide.Dopo la frutta potete mangiare della verdura.”

“Cena (ore 18,30): (proteine e grassi) a scelta, carne di tutti i tipi, pesce e frutti di mare, tuorlo d’uovo, arachidi, anacardi, mandorle, pistacchi, nocciole, noci di tutti i tipi (attenzione che questi prodotti non siano tostati !), avocado, cocco, olive, durian, tamarindo dolce, carrube, polline.
Dopo questi prodotti potete mangiare della verdura. “
“Tra le proteine, con moderazione, è concesso il prosciutto crudo (di Parma, preferibilmente), la bresaola e tutti gli altri salumi a pezzo intero (quindi evitate il salame).
Per evitare pericolose parassitosi, congelate per 12 ore il pesce prima di mangiarlo. “
Fatemi capire: non devo mangiare cibi cotti e a cena posso mangiare qualunque tipo di carne (cruda???) o pesce o frutti di mare (crudi anche questi???). Aaah.. ma il pesce devo congelarlo 12 ore, ah bhe.. allora.
Scusatemi ma la precisazione del prosciutto crudo che è meglio se sia di Parma mi fa sorridere.
Ho come l'impressione che non mi faccia proprio bene non mangiare nulla a colazione, mangiare carne rossa o bianca non fa differenza, cruda e frutti di mare crudi.
Siamo sicuri che non sia uno scherzo?




  • Un metodo che presento solo recentemente (aprile 2003). Nonostante la sua storia romanzesca, ha dei fondamenti scientifici provati sperimentalmente. Possiamo considerarlo una specie di GEMM in versione casalinga. Solo alcuni tipi di tumore (di cui però non ho ancora disponibile un elenco) rispondono bene a questo trattamento. Poiché è innocuo, vale la pena di provarlo su ogni tipo di tumore solido, abbinato ad altre terapie di questo elenco.


Da qua:
http://www.aerrepici.org/framaria.html
Inutile dire che la scienza medica non approva nulla di quanto segue.
Vengono citati fondamenti scientifici di cui non vengono fornite prove.
Mi limito a spiegare il procedimento su come realizzare la “macchina” che vi permetterà di combattare in modo efficace “alcuni tipi di tumore (di cui però non ho ancora disponibile un elenco)”:
“Prendete 60 metri di filo elettrico. Deve essere costituito da un solo filo: un semplice fascio di sottili fili di rame ricoperto di isolante; è il tipo più semplice ed economico; sezione del rame di circa 1 mmq. (ma quest'ultimo requisito non è molto importante). Poi prendete un telo o una coperta di cm. 180 x 200 e fissatevi il filo col sistema che preferite, facendolo passare da destra a sinistra circa trenta volte, alla distanza di circa cm. 7 (vedi figura). Un sistema abbastanza pratico è quello di usarlo come per fare una cucitura: forando il telo e passando il filo alternativamente sotto e sopra come se si cucisse con un ago. Poi isolate accuratamente l’estremità che resta nel telo: la cosa migliore è stirare la parte isolante, in modo che il rame vi scompaia dentro, e poi fonderla e sigillarla con una fiammella. ATTENZIONE, siate sicuri di aver fatto questa operazione accuratamente: in caso contrario rischierete di rimanere folgorati !”
Quindi se siete fortunati e nno rimanere folgorati, vi accorgerete che questo metodo funziona se abbinato alla chemioterapia:
“Questo metodo è compatibile con qualsiasi altra terapia, perfino con la chemio...”

Alla fine della pagina si legge:
“L'ARPC e Alberto Mondini declinano ogni responsabilità per l'uso autogestito delle tecniche esposte in questa pagina e in tutto questo sito. Ogni ragguaglio concernente terapie deve essere considerato informazione scientifica e non consiglio terapeutico.”

Ma come!! Questo non era l'elenco delle terapie affidabili??

“Per legge, in Italia, ogni azione terapeutica deve avvenire sotto diretta responsabilità e sorveglianza di personale sanitario in possesso di specifico titolo legalmente valido. “
Quindi cosa diavolo stanno facendo Hamer, Simoncini, Mondini? Forse quello che non dovrebbero fare?




  • Un elemento molto, molto importante per la guarigione sono le vitamine. Le vitamine, anche in dosi massicce sono considerate necessarie in molte terapie per il cancro: Di Bella, Nacci, Rath, Puccio, Pauling, Pantellini, ecc... Vi diamo alcune indicazioni sul loro uso e dosi, in linea con le scoperte della medicina ortomolecolare.


Vi indico solo un link che mostra come anche le vitamine, prese in dosi massicce (come suggerito dai sopracitati “santoni”!!!), possono essere molto, ma molto pericolose.
http://en.wikipedia.org/wiki/Vitamin_e

Conclusioni
Volevo far notare una cosa prendendo come esempio il caso Simoncini, secondo me il più grave.
Ai tempi della proliferazione del virus H1N1, lasciando stare il discorso che si è speculato sulla vicenda in modo da vendere milioni di vaccini, che può essere vero o no ma non è questo il posto dove discuterne, dicevo, ai tempi della proliferazione del virus H1N1 i complottisti hanno dato addosso alle case farmaceutiche accusandole di utilizzare un vaccino sperimentale che non era stato testato, quindi pericoloso.
Qui c'è intanto un interessante articolo su Wikipedia inglese:
http://en.wikipedia.org/wiki/H1N1_vaccine

Andiamo a vedere un po' di dati statistici.
Wikipedia inglese, con relative fonti originali, al link http://en.wikipedia.org/wiki/2009_flu_pandemic recita così:
“As of November 19, 2009, over 65 million doses of vaccine had been administered in over 16 countries“.
Quindi 65 milioni di dosi del vaccino sono stati somministrate, di conseguenza a 65 milioni di persone è stato somministrato il vaccino.
L'articolo prosegue:
“Only a few of these are suspected to be actually related to the H1N1 vaccination, and only temporary illness has been observed “
Solo malesseri temporanei sono stati osservati in seguito alla somministrazione del vaccino.
“This is in strong contrast to the 1976 swine flu outbreak, where mass vaccinations in the United States caused over 500 cases of Guillain-Barre syndrome and led to 25 deaths”
Ben diverso quindi il caso del 1976, quando una vaccinazione di massa provocò 500 Guillain-Barre e 25 morti. Quindi attenzione a chi vi pone questo caso. Non è detto che se è stato commesso quell'errore gravissimo, debba per forza ripetersi.
“As of late November, in Canada there had been 24 confirmed cases of anaphylactic shock following vaccination, including one death. “
Sono stati rilevati in Canada 24 casi confermati di shock anafilattici (che ricordo qualunque tipo di sostanza potenzialmente può provocare) e una morte.
Lo shock anafilattico è una reazione provocata da un allergene.
Per allergene intendiamo una qualunque sostanza che può provocare violente reazioni, come rash cutanei o problemi cardio respiratori (http://en.wikipedia.org/wiki/Anaphylactic_shock#Anaphylactic_shock ). Come dice wikipedia inglese, in una percentuale compresa fra l'1% e il 15% la popolazione statunitense deve essere considerata a rischio. Addirittura in Inghilterra lo shock anafilattico causa lo 0,05 morti ogni 100.000, vuole dire che ogni 2 milioni di persone c'è ne è una che muore per shock anafilattico. Molto di più di ciò che ha provocato il vaccino, che invece, abbiamo visto, su 65 milioni di somministrazioni ha provocato una morte.

Non vi sembra un po' poco per un vaccino che non è stato testato? Siete ancora sicuri che davvero non fosse stato testato? Anche perchè la FDA dice il contrario documentandolo. A chi diamo ragione? 
Andiamo a vedere Simoncini.
Solo nell'esempio che ho postato sopra Simoncini ha provocato la morte di 3 persone.
Se facciamo il paragone potremmo dire che la cura Simoncini ha provocato in percentuale tanti morti quanto il vaccino, se Simoncini avesse curato più di 180 milioni di persone.
Ovviamente così non è. Quante persone potrà avere curato Simoncini? 100? 200?
E poi i complottisti si stupiscono e gridano allo scandalo se poi salta fuori una testimonianza di una persona, del cui quadro clinico non conosciamo nulla, che testimonia di essere guarita grazie e Simoncini? Ma stiamo scherzando?

Quindi: perchè considerare scandaloso il comportamento della FDA che consente di mettere in circolazione un vaccino che evidentemente è stato testato (non ditemi che l'unico caso di morte su 65 milioni è frutto solo della fortuna) e non lo è quello tenuto da Simoncini che utilizza persone disperate o ingenue, come cavie per portare avanti il suo credo che non è basato su alcuna ricerca scientifica, oltretutto senza avere i titoli per farlo perchè lui medico non lo è più?
Faccio notare che quando vengono testati medicinali sperimentali le persone che si prestano volontariamente a testare il medicinale, vengono pagate e soprattutto sono ben consapevoli del rischio che corrono. Simoncini invece è lui che vuole essere pagato e non mette assolutamente al corrente i suoi pazienti dei rischi che corrono.

Meditate...

102 commenti:

  1. http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-2d46eae7-7cab-4a04-a354-be9b1e43ef3f.html

    RispondiElimina
  2. Anonimo, di filmati così su youtube ce ne sono a migliaia.
    E comunque esula completamente dall'obiettivo del mio articolo.

    RispondiElimina
  3. "Anonimo, di filmati così su youtube ce ne sono a migliaia."

    Non ho capito cosa vorresti dire: è il contenuto dei filmati che ha importanza, non il filmato in sé. Mi spieghi questa tua frase per piacere?

    "E comunque esula completamente dall'obiettivo del mio articolo."

    Lo credi tu, in realtà calza a pennello: il mio obiettivo era solamente farti notare che la medicina ufficiale è altamente influenzata dalle case farmaceutiche, le quali, come avrai visto e capito, non hanno alcun interesse al benessere e al mantenimento della nostra salute. Mondini infatti, come molte altre persone, non fa altro che discutere di crimini e criminali in questo senso.

    Per quanto riguarda Simoncini, nessuno è ancora riuscito a dimostrare che la sua teoria è falsa (come nessuno è riuscito a dimostrare che la teoria ufficiale è giusta).

    RispondiElimina
  4. Ah, dimenticavo una cosa importante. Tu hai scritto:

    "Il metodo Di Bella è salito alla ribalta dei riflettori alla fine degli anni 90.
    Anche questo metodo non è accettato dalla scienza medica."

    E' falso. Dovresti aggiornarti:

    http://www.metododibella.org/cms-web/upl/doc//Documenti-inseriti-dal-2-11-2007/AGI%20MDB%202%20luglio%202010.pdf

    http://www.metododibella.org/cms-web/upl/doc//Documenti-inseriti-dal-2-11-2007/EFFEDIEFFE%20-%20Congresso%20di%20Singapore%202010.pdf

    RispondiElimina
  5. "Il mio obiettivo era solamente farti notare che la medicina ufficiale è altamente influenzata dalle case farmaceutiche"
    E questo potrà sicuramente essere vero, ma, ribadisco, esula dall'obiettivo del mio articolo.

    "le quali, come avrai visto e capito, non hanno alcun interesse al benessere e al mantenimento della nostra salute"
    Tu l'hai capito, la maggior parte del mondo per fortuna ha capito diversamente.

    "Per quanto riguarda Simoncini, nessuno è ancora riuscito a dimostrare che la sua teoria è falsa (come nessuno è riuscito a dimostrare che la teoria ufficiale è giusta)."
    Cosa vai dicendo?
    Una teoria medica è riconosciuto e può considerarsi ufficiale se è stata riconosciuto come effettivamente benefica.
    Non esiste il discorso "è sostenibile il metodo Simoncini perchè nessuno ha riconosciuto che sia falsa". Cosa vuol dire falsa? O è scientificamente provato che "fa bene" o non lo è. Nel caso di Simoncini non lo è. Nel caso della medicina scientificamente provata, lo dice la parola stessa, lo è.

    "E' falso. Dovresti aggiornarti"
    Rimane falso, finchè non lo prova la scienza medica ufficiale rimane come è al momento, non riconosciuta dalla medicina ufficiale. Appunto.

    RispondiElimina
  6. "Tu l'hai capito, la maggior parte del mondo per fortuna ha capito diversamente."

    Il tuo problema è la fede: tu vuoi credere alle case farmaceutiche nonostante le prove e le testimonianze di ex dirigenti che mettono in risalto proprio il loro interesse puramente economico. Che poi "il resto del mondo" la pensi come te, è solo una speculazione. Chi te lo dice? Come fai a dirlo? Cerchiamo di non spararle grosse per cortesia.

    L'altro problema che sembri avere è che, per qualche oscuro motivo, passi sopra a qualsiasi cosa sia stata etichettata come "complottismo" e ti accanisci solo contro questa assurda etichetta.
    Cosa incomprensibile...

    -----

    "Una teoria medica è riconosciuto e può considerarsi ufficiale se è stata riconosciuto come effettivamente benefica."

    Infatti se andiamo a vedere i RISULTATI la chemioterapia è stata un completo fallimento. Rifilare veleni e radiazioni ai pazienti non serve a nulla e ogni anno ci sono centinaia di migliaia di morti per tumore ugualmente, senza contare l'infinità degli effetti collaterali di questa terapia assassina (altro che i 3 morti di Simoncini, l'oncologia ufficiale fa molti più morti, ma molti di più).

    "Rimane falso, finchè non lo prova la scienza medica ufficiale rimane come è al momento, non riconosciuta dalla medicina ufficiale. Appunto."

    Forse non hai letto bene gli articoli che ti ho linkato, ma fa lo stesso. Da quello che ho letto in questo blog (e dai termini insulsi che usi,come "complottista") ho capito che non sei una persona con la mente molto aperta, né tollerante. E non ho nemmeno voglia di rimanere intrappolato in un ginepraio di dibattito infinito. Ho detto quello che dovevo dire, e non ho voglia di restare qua.
    Ciao.

    Concludo con una bellissima frase pronunciata di Peter Freybergh (docente nelle università di Salisburgo, Praga e Londra, membro della Royal Society of Medicine britannica, ed editor-in-chief di Neuroendocrinology Letters): «La chemioterapia è un business troppo allettante perché certe lobby decidano di cambiare strada»
    Medita (so che non lo farai).

    Ciao.

    RispondiElimina
  7. "Il tuo problema è la fede: tu vuoi credere alle case farmaceutiche nonostante le prove e le testimonianze di ex dirigenti che mettono in risalto proprio il loro interesse puramente economico."
    E' qui che ti sbagli.
    Non c'entra un tubo la fede. E' scienza.
    Gli ex dirigenti accusano e mettono in risalto l'interesse delle case farmaceutiche.
    E cosa hanno in mano di concreto?
    Nulla. Solo la loro parola contro la scienza.

    "Che poi "il resto del mondo" la pensi come te, è solo una speculazione. Chi te lo dice? Come fai a dirlo?"
    Forse le statistiche? I numeri?
    Te lo chiedo io per cortesia, non ragioniamo per puri concetti astratti.

    "L'altro problema che sembri avere è che, per qualche oscuro motivo, passi sopra a qualsiasi cosa sia stata etichettata come "complottismo" e ti accanisci solo contro questa assurda etichetta."
    Ho avuto modo di confrontarmi con vari tipi di complottismo che riguardano vari argomenti.
    E questo blog è il frutto di questi continui scontri.
    Non è questione di accanirsi.
    Mi accanisco contro quelli che predicano nel vuoto, accampano teorie senza uno straccio di dimostrazione, come ad esempio Simoncini, Mondini, Malanga e compagnia briscola, e prentendono di essere presi sul serio.

    "Infatti se andiamo a vedere i RISULTATI la chemioterapia è stata un completo fallimento. Rifilare veleni e radiazioni ai pazienti non serve a nulla e ogni anno ci sono centinaia di migliaia di morti per tumore ugualmente, senza contare l'infinità degli effetti collaterali di questa terapia assassina (altro che i 3 morti di Simoncini, l'oncologia ufficiale fa molti più morti, ma molti di più)."
    Sei un medico?
    Con quale titolo butti nel cesso decine di anni di studi e sperimentazioni?
    Proprio tu parli di risultati, quando lo stesso Simoncini e compagnia non ha portata una prova, uno straccio di sperimentazione affidabile.
    Perfino lui non è riuscito a portare una prova convincente del suo operato. Non ti fa riflettere la cosa? L'unica testimonianze che ha portato si è rivelata miseramente fasulla.
    Per favore, non andare a parlare di risultati che, oltretutto, è evidente, non ti sei preso la briga di andare a vedere.

    "Forse non hai letto bene gli articoli che ti ho linkato, ma fa lo stesso."
    Li ho letti. Ci sono convegni che parlano di scie chimiche, che parlano della fine del mondo, accompagnati da testimonianze di "esperti del settore", convegni che parlano di Nibiru. Perchè fanno convegni vuol dire che è tutto vero?
    Mostrami una documentazione ufficiale. UFFICIALE della scienza medica.
    Ovviamente non puoi, perchè non esiste.

    "Da quello che ho letto in questo blog (e dai termini insulsi che usi,come "complottista") ho capito che non sei una persona con la mente molto aperta, né tollerante. E non ho nemmeno voglia di rimanere intrappolato in un ginepraio di dibattito infinito. Ho detto quello che dovevo dire, e non ho voglia di restare qua.
    Ciao."
    Sei entrato tu. Accomodati, quella è la porta.

    "Concludo con una bellissima frase pronunciata di Peter Freybergh (docente nelle università di Salisburgo, Praga e Londra, membro della Royal Society of Medicine britannica, ed editor-in-chief di Neuroendocrinology Letters): «La chemioterapia è un business troppo allettante perché certe lobby decidano di cambiare strada»
    Medita (so che non lo farai)."
    Vedo che continui a dimostrare di non aver capito un tubo del senso del mio articolo.
    Le persone che provano anche soltanto a sostenere Simoncini non meritano nulla.
    Ribadisco. La porta è quella.

    Addio.

    RispondiElimina
  8. Massì, tanto è tutto "complottismo", cosa vuoi che sia.
    Addio.

    RispondiElimina
  9. Mmmhhhh.. non lo sostengo io che il discorso della chemio e delle cure che veramente funzionano ma che vengono tenute nascoste è tutto un complotto.

    RispondiElimina
  10. Non si tratta di un complotto, ma di business. E non è che vengono tenute nascoste, queste cure, ma più semplicemente derise. Com'è successo tante volte anche in passato; un esempio? La pellagra.

    RispondiElimina
  11. Non divagare.
    Non mi hai risposto.
    Cosa hanno portato gli ex lavoratori delle case farmaceutiche per supportare le loro affermazioni e accuse, oltre alle loro parole?
    Quali prove scientifiche ha portato Simoncini che dimostrano che le sue cure alternative portano benefici alle persone malate di cancro o addirittura le curano, come sostiene lo stesso Simoncini?

    RispondiElimina
  12. Non sono io che te lo devo dimostrare, sei tu che ti devi informare. Ma se tu sei convinto di averlo già fatto non saranno certo le mie parole a farti capire che ti sbagli: anzi, perderei solo tempo. Tanto sei già convinto di quello che dici, quindi perché dovrei dimostrarti qualcosa che non accetteresti comunque?

    RispondiElimina
  13. P.S. Comunque non si tratta di "ex lavoratori", ma di ex DIRIGENTI ;-)

    RispondiElimina
  14. "Non sono io che te lo devo dimostrare, sei tu che ti devi informare."
    L'ho fatto e non ho trovato prove scientifiche e testimonianze che non siano già state sbufalate.
    Se le hai trovate tu indicamele.

    "P.S. Comunque non si tratta di "ex lavoratori", ma di ex DIRIGENTI ;-)"
    Cambia poco. Hanno portato prove? Hanno sporto denuncia?
    Si sono riempiti di belle parole per avere un po' di notorietà senza uno straccio di prova. Cosa sono oltre a buffoni secondo te?

    Temponauta ha detto un mare di cialtronerie, e diverse altre persone gli sono andate dietro.
    Direi che può bastare per coprirsi di ridicolo alla grande. Lui e i suoi "seguaci".

    RispondiElimina
  15. Comunque non mi hai ancora risposto.
    Te lo richiedo:
    cosa ha portato il collab..oops.. dirigente oltre alla sue parole? Ha portato prove e documenti? Ha sporto denuncia?
    Io se accuso qualcuno e lo porto in tribunale perchè ha rubato, non posso portarlo in tribunale poi dire:"Ma si.. tanto è tutto inutile.." e andarmene.
    Se hai prove e documenti parli e fai la denuncia, altrimenti taci o rischi di coprirti di ridicolo, visto che evidentemente tu stesso hai spremuto lo spremibile per poi accorgerti che ti mancava un po'di notorietà.

    Inoltre ti ho chiesto quali prove scientifiche ha portato Simoncini che proverebbe la validità delle sue cure.

    Evitiamo di continuare questa sterile polemica.
    Se rispondi in modo adeguato alle mie due domande ha senso continuare, in caso contrario, se la discussione non porterà a spunti interessanti, poniamo fine al dialogo.

    Grazie

    RispondiElimina
  16. Non avresti fatto tutte queste domande se avessi guardato il documentario che ho pubblicato all'inizio. Guardalo, è interessante ;-)

    RispondiElimina
  17. Ho guardato e riguardati decine di documentari.
    Ma non ce ne è stato uno che abbia fatto emergere prove e test scientifici che dimostrano l'effettiva efficacia dei metodi Simoncini e delle cure alternative (che vengono propinate a pagamento) proposte da Mondini, né delle prove in mano all ex-dirigente che, alla luce di questo fatto, sembra in cerca di soldi facili e di notorietà.

    RispondiElimina
  18. "Ho guardato e riguardati decine di documentari."

    Eh eh eh, se fosse vero non saremmo qua a discutere ;-) ma fa lo stesso. Per te è molto più grave il fenomeno del "gombloddismo" piuttosto che la mafia delle multinazionali farmaceutiche.

    Mi raccomando, se hai un figlio piccolo, dagli il RITALIN per farlo andare bene a scuola. E' solo un'anfetamina, ma è innoqua eh! Altrimenti non la darebbero ai bimbi, non pensi? :-))

    Ciao caro, buona serata e divertiti.

    RispondiElimina
  19. "Eh eh eh, se fosse vero non saremmo qua a discutere ;-) "
    Invece siamo qua a discutere perchè ti ho chiesto due cose che non avranno mai risposta perchè risposta non esiste.

    "Per te è molto più grave il fenomeno del "gombloddismo"
    Assolutamente no. Per me è molto più grave che persone che non hanno alcun titolo per farlo, danno terapie sulle quale loro stesso non hanno fatto alcun test scientifico, provocando in percentuale molti più morti (ma non sull'ordine delle 2-3 volte, delle centianaia di volte, e te l'ho dimostrato) rispetto alle cure tradizionale. Oltretutto, su queste cose, ci campano. Il tutto in perfetta malafede.

    Certo che sei uno spasso.
    Una persona, un luogo comune. Ci stai proprio bene in quel forum.
    E poi ti lamenti se ti metto nel calderone dei più beceri complottisti.
    OVvio, credi che il debunker accetti a scatola chiusa tutto ciò che gli propinano.
    Non mi stupisco, perchè è ciò che fai a quanto pare tu e tutti gli altri.
    Passa MM o chi per lui, pontifica qualcosa, e tutti a dargli ragione, indipendentemente da ciò che dice. Perchè siccome è MM io a priori gli do ragione. E non è una mia affermazione. Mi sono sentito dire così. Chissà, forse sei stato tu stesso a dirlo. Chi può saperlo? Magie dell'anonimato.

    Ho un figlio e ti assicuro che, siccome sta ricevendo una educazione adeguata (sai, un debunker può anche educare.. strano eh?), non ha bisogno di alcuna anfetamina.
    Ma se invece tu hai un figlio o l'avrai, lascio volentieri a te l'ebbrezza di lasciargli per 15 giorni la febbre perchè "tanto guarisce da solo".

    RispondiElimina
  20. "Ho un figlio"

    Imbottito di vaccini immagino, poveretto, magari anche dell'H1N1. Vabbeh, è figlio tuo, avvelenalo come più ti piace.

    "a te l'ebbrezza di lasciargli per 15 giorni la febbre perchè "tanto guarisce da solo". "

    Vedi che ogni volta non ti smentisci mai? Bugie, bugie, bugie... e nemmeno te ne vergogni (per forza, non hai un lettore a pagarlo oro a parte me che passo di qui solo per ammazzare il tempo). Sempre lì a mettere in bocca agli altri cose che ti inventi tu.
    In ogni caso riceverai sempre applausi dalla cricca di john crono, anche se dirai palle atomiche. Non vorrai che diano contro a qualcuno che li aiuta nel disinformare, eh ;-)
    Ciao.

    RispondiElimina
  21. Deca, questo dialogo, fine a sé stesso mi ha annoiato.
    Tu mi stai annoiando.
    "Vedi che ogni volta non ti smentisci mai? Bugie, bugie, bugie... e nemmeno te ne vergogni"
    Il tuo software di frasi a caso ha bisogno di un aggiornamento, questa frase proprio non ci azzecca nulla.
    "Imbottito di vaccini immagino, poveretto, magari anche dell'H1N1. Vabbeh, è figlio tuo"
    E poi mi dici che sono io che mi invento cose che metto sulla bocca degli altri.
    "non hai un lettore a pagarlo oro a parte me che passo di qui solo per ammazzare il tempo"
    E questo la dice lunga sulle cose interessanti che affollano la tua vita.

    Se non hai nulla da aggiungere a quanto segue finiscila:
    1. L'ex-dirigente ha un pugno di mosche in mano, non avrà le palle per fare una denuncia, ma spera di ricevere soldi tanto per smettere di rompere i coglioni. Sai benissimo anche tu che una causa, da cui la multinazionale uscirà chiaramente vincitrice, proprio perchè un pugno di mosche non fa vincere le cause, è comunque una pessima pubblicità. L'ex-dirigente spererà di ricevere soldi per tornare nell'oblio, con buona pace per tutti.
    2. Simoncini non ha mai portato lui stesso, prove scientifiche della validità dei suoi metodi. Il che la duce lunga su quanto funzionino.

    Se aggiungerai altre cose su cui discutere, lasciando perdere i tuoi bei discorsi senza senso, bene, altrimenti il dialogo finisce qua.

    Ultima cosa: vedo che hai scoperto cosa significa "powder carrier" eh? E non ti vergogni di dire:"Fate finta che non abbia detto nulla"?
    Si sa mai che venga fuori che il vostro esperto, tale non è, ma è un semplice apprendista.
    Qui chi si deve vergognare non sono io. E siamo in due.

    RispondiElimina
  22. SkyBucK.

    Ho sposato una ex malata di cancro che consumava 4 litri di coca cola al giorno piu' un'altra infinità di schifezze industriali e artigianali.
    Ha presente 4 bustine di zucchero in un caffè?

    Beh.. l'ho conosciuta sotto chemio, anzi, aveva smesso la chemio, meglio morire che vivere cosi.

    Le diedero 6 mesi di vita.

    La causa del suo tumore alla gola era l'acidificazione del suo corpo e lo zucchero è cio' che acidifica di piu', poi vengono le medicine.
    Provi a vedere come mai nel 1931, Otto Warburg prese il nobel della medicina.


    Nessun oncologo, si preoccupo' di sapere come si nutriva. Il dentista le fece un preventivo di 15.000 euro per impiantare tutti i denti, poichè aveva anche la parodontosi poichè beveva di notte piu' volte coca e succhi dal frigo a occhi quasi chiusi per non perdere il sonno per poi tornare a letto.
    Anche la parodontosi è incurabile, almeno per il suo dentista.

    sono passati 7 anni... è nato anche uno splendido bimbo di 2.

    Ci siamo dimenticati del cancro, della parodontosi, degli svenimenti, dei ricoveri per pressione altissima etc. etc. etc.

    Non serve il bicarbonato... serve solo non cadere nella trappola di riempirsi di cibo acidificante/spazzatura.
    Chissà come mai i supermercati ne sono pieni.
    Provi a vedere al supermercato chi porta i carrelli, in che stato di salute sta... e cosa c'è dentro il carrello. Non ci vuole molto a fare 2+2.

    Noi mangiamo pesce, verdure, frutta, poca carne, uova, proteine vegetali, solo olio d'oliva extra, cucina al vapore, niente fritti... diciamo che piu' o meno mangiamo quello che i nostri avi per centinaia di migliaia di anni hanno cacciato e trovato...
    Cerchiamo di alimentare il nostro corpo con le stesse cose su cui ci siamo evoluti insomma.

    Funziona.. eccome se funziona.

    Se lei crede cosi tanto in una pratica che nasconde i sintomi invece di trovare le cause... auguri.
    Daltronde in natura nessun essere vivente è al sicuro ma deve guardarsi le spalle per non essere mangiato.
    Noi non facciamo eccezione, se lo ricordi sempre.


    RispondiElimina
  23. Ho letto con molta attenzione il suo post.
    A leggere alcuni commenti sembra che io sia ben felice del fatto che il bicarbonato non cura il cancro, così come possa essere felice del fatto che al momento non esiste una cura certa contro il cancro.
    Mi dica, come potrei esserlo?
    Non più di 10 giorni fa il cancro mi ha portato via un mio caro amico neanche quarantenne.
    Come potrei esserlo?

    Un corretto stile di vita ed un corretto regime di alimentazione è da sempre un buon punto di partenza per prevenire la maggior parte delle tipologie di cancro.
    Ma non lo dico io, lo dice la scienza. La stessa scienza che, secondo lei, ci rifila la chemioterapia quando non serve.
    Ah.. dimenticavo: la stessa scienza che ha riconosciuto il premio Nobel a Otto Heinrich Warburg.
    Non le suona un po' strano?

    Da qua: http://link.springer.com/article/10.1007%2Fs11095-008-9661-9
    Testuali parole dall'articolo linkato: "This year, more than 1 million Americans and more than 10 million people worldwide are expected to be diagnosed with cancer, a disease commonly believed to be preventable. Only 5–10% of all cancer cases can be attributed to genetic defects, whereas the remaining 90–95% have their roots in the environment and lifestyle. The lifestyle factors include cigarette smoking, diet (fried foods, red meat), alcohol, sun exposure, environmental pollutants, infections, stress, obesity, and physical inactivity."
    Altri link:
    http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1196/annals.1371.048/abstract;jsessionid=41F357549A0DA4B02C50C7E1238C2C3D.d03t01
    http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.3322/canjclin.56.5.254/abstract
    http://cancer.about.com/od/causes/tp/topreventcancer.htm
    Non è un mistero il fatto che ridurre il consumo di carni privilegiando frutta e verdura ti esponga meno alla possibilità di contrarre alcune tipologie di cancro (purtroppo non tutte).

    Lei dice che sta mangiando più o meno come mangiavano i nostri avi.
    Però credo proprio che i nostri avi avessero un'aspettativa di vita decisamente inferiore alla nostra.
    Come mai allora noi, pur mangiando peggio, viviamo molto più a lungo rispetto a quanto vivevano i nostri avi? Come se lo spiega?
    Io un'idea ce l'ho, ma mi piacerebbe sapere il suo parere.

    Paragono la sua affermazione a quest'altra che ogni tanto sento e che trovo altrettanto superficiale:
    "Io partorisco in casa. Una volta partorivano tutti in casa e i bambini venivano su sani e forti.".
    Peccato che soltanto 50 anni fa ci fosse un tasso di mortalità neonatale 3 volte tanto di quello attuale.

    Non nego però che lei abbia stimolato la mia curiosità e le chiedo questo:
    è possibile avere qualche referto della malattia di sua moglie?
    Giusto per capire di che tipo di tumore si trattava, lo stadio di avanzamento e per dare forza alla sua testimonianza.
    Io ovviamente non sarei in grado di interpretare correttamente la documentazione, ma sono in contatto con persone qualificate che invece sarebbero perfettamente in grado di farlo.

    RispondiElimina
  24. Salve,

    risalgono a 7 anni fa... Ormai viviamo all'estero e non saprei dove recuperarle se non dalla struttura che la curava.

    Le racconto un'altro cosa successa alla figlia di mia cugina, 24 anni.

    Le è stato diagnosticato un tumore alla gola.

    Le era stato organizzato il ciclo di cura classico, la chemio.

    Per fortuna il fratello del padre di mia cugina è un primario molto importante di Roma e quindi saputa la notizia della nipotina l'ha fatta subito partire per Roma.

    Non aveva nessun tumore, solo una ciste, morale niente chemio nessun problema... oggi sarebbe probabilmente morta anche lei.

    Lo stesso primario ormai ultra settantenne disse 20 anni fa a mio padre testuali parole:

    Noi medici siamo assassini legalizzati.

    Le faccio un'altro esempio.
    Dopo la morte di mio padre, tumore alla vescica, diabete, problemi coronarici, operazione al cuore e per finire, dopo l'operazione gli andarono in cancrena i piedi con dolori fortissimi e conseguente assunzione di morfina.
    Mori' due settimane dopo aver avuto un'ischemia che lo reso quasi un vegetale per problemi ai reni.
    Mia mamma, 74 enne, da allora l'ho presa in cura io.. diabetica, sovrappeso e tutte le solite cose che succedono a quasi tutti gli anziani.
    12 Pillole al giorno.
    Dopo 25 anni di cure che non le hanno curato ne il diabete e tutti i problemi che ne derivano ma semplicemente abbassato la glicemia, la pressione chimicamente, si è decisa finalmente di ascoltarmi.
    L'ho messa in un regime di alimentazione simile alla nostra.

    Lo sa che dopo 2 settimane ha dovuto smettere le pillole perchè il diabete era sparito, la pressione si è regolarizzata e dopo 6 mesi aveva perso 22 kg.
    La pillola per il diabete le creava, chiaramente, una carenza di zuccheri con rischio di entrare in coma e cosi la pillola della pressione che creava problemi di bassa pressione e quindi è stata smessa per evitare collassi, naturalente dopo aver parlato con il suo dottore che fortunatamente si è dimostrato una persona intelligente e per nulla corrotta (infatti è una donna assolutamente umile che non naviga nei soldi)

    Morale, da persona anziana con una linea di vita che pendeva verso il basso ormai da 20 anni si è ritrovata a rinascere.
    Ho rivisto mia mamma dopo una vita ritingersi le unghie della mani e dei piedi. Uscire di casa per andare a fare shopping e tornare a casa con quel paio di scarpe nuove e il vestito tutto colorato.

    Prendeva anche un antidepressivo e quello è stato il piu' difficile da fargli smettere perchè come ben sa crea dipendenza.

    Morale, 25 anni di cure sono solo servite a tenere sotto controllo i livelli.. ma a che prezzo per i reni, fegato e tutto il resto?

    Bastava individuare le cause che era l'alimentazione.
    Per fortuna, a differenza di mio padre che è morto in un modo atroce con 2 anni di sofferenze per tutti, lei non mangiava dolci.
    La classica torta a ciambella che lei faceva con amore per mio padre... la mangiava solo lui.

    Mio padre e mia madre avevano piu' o meno la stessa alimentazione e lo stesso peso (over 100) ma con molti meno zuccheri.

    Mia mogle è di famiglia siciliana, molti parenti, sopra il centinaio.

    diciamo che almeno una 10ina in 7 anni se ne sono andati, quasi sempre per tumori ma anche problemi al cuore. Il range di età è dai 28 ai 65.

    Beh lo sa che tutti quelli morti di tumore avevano in comune la stessa cosa... gli zuccheri.
    In pratica frigo con succhi e bibite zuccherate, armadietti con merendine per i figli, immacabili la domenica i bignè e via dicendo (la normalità per quasi tutti).


    RispondiElimina
  25. Ho la possibilità da anni di capire le loro abitudini alimentari e il comune denominatore è sempre lo stesso.. lo zucchero. Sotto forma di farine, bevande, dolci e prodotti industriali a base di grassi idrogenati + zucchero che non manca mai.

    Le assicuro che decidere di condividere la propria vita con una donna ex malata di cancro non è facile e questo mi ha portato a fare una personale statistica sulle abitudini alimentari di tutti quelle persone che hanno questi problemi e una continua ricerca di informazioni da incrociare con altre per avere verifiche.

    Il dramma è che se parli con qualcuno di queste persone non capiscono assolutamente nulla di nutrizione, ti ridono in faccia quando fai presente che non è possibile alimentarsi di merendine, dolci, pasta, pizze, pane senza pagare il conto che prima o poi arriva sempre.
    Tutto è sempre attribuito alla genetica o a dio.

    Ma alla fine, basta seguire i soldi e tutto diventa chiaro.

    Otto Warburg fece questa scoperta nel 1931 e disse anche che in 2 anni sarebbe sparito il cancro dalla faccia della terra... sarebbe dovuta sparire l'industria multimiliardaria che produce questo genere di cibo e pure quella che lo "cura". A me pare che nestle, coca cola e tutte le altre siano ancora li a riempire di prodotti gli scaffali dei supermercati.
    Le sembra normale mettere in vendita questo genere di prodotti? Lei li darebbe a suo figlio?
    Eppure ne fanno uso tutti.

    Sull'aspettativa di vita mi risultano personaggi che hanno vissuto sopra gli 80 o 90 anni, molto piu' di mio padre e tanti altri che sono morti anche a 20 anni.. personaggi del 1500, 1600 quindi non credo che dipenda dalla medicina che non fa altro che curare i sintomi come la tachipirina.
    E' chiaro che uno che vive nella savana ha meno aspettative di vita di uno che vive alle canarie.

    La medicina che accetto è quella che ti ingessa una gamba se la rompi o ti toglie un proiettile dalla pancia... e anche un'ostetrica che ti aiuta a partorire (ma anche una volta si trovavano nei paesi le donne che avevano aiutato a far partorire in casa centinaia di donne) ma il resto è solo businnes.
    Mia madre è guarita da problemi di pressione e diabete dopo 25 anni di cure, mia moglie dal cancro, mia cuginetta è salva per miracolo.


    Provi a vedere la storia di Matteo Dall'Osso. Ex malato di SLA. Ha individuato la causa, intossicazione da alluminio. Ha dovuto subire anche lui cure devastanti che l'hanno solo fatto stare peggio finchè da solo, non findandosi piu' di nessuno, ha scoperto il perchè della sua malattia.

    E poi mi dica lei quali malattie sono curabili oggi... nessuna.
    Sono solo espedienti per riportare i vari valori a posto... ma le cause non interessano a nessuno.

    RispondiElimina
  26. Non sto lì neanche ad entrare nel dettaglio con quanti ciarlatani mi è capitato di parlare.
    Ti raccontano la loro storia, ti forniscono (poca) documentazione, poi studiando il caso, scopri che le informazioni fornite, sono false e contraffatte nel migliore dei casi, e nel peggiore dei casi scopri che erano attori o pubblicitari.
    Detto questo, ho letto il suo post e mi menziona svariati casi.
    A mio avviso, se non sono supportati da documentazione appropriata, mi permetta di dire che contano ben poco.
    Inoltre mi sembra di capire che nessun dei casi di quelli che mi ha menzionato hanno portato a una qualche tipo di denuncia.
    Perchè?
    Non mi risponda nel classico modo "tanto non serve a niente".
    Non è vero.
    E' bastato fare una veloce ricerca su Google e in 5-6 secondi si scopre che le denunce "...Sono quadruplicate in dieci anni, tanto che secondo i dati Ania (Associazione nazionale imprese assicuratrici) sono passate da 3.154 nel 1994 a 11.932 nel 2004...".
    Indipendentemente se queste denunce hanno portato qualche medico ad essere condannato, è comunque un dato allarmante che non può non lasciare strascichi tra i medici coinvolti.
    Anche solo il fatto che è un dato accessibile a tutti è già di per sé "dannoso", mi perdoni il termine non proprio felicissimo.
    Quindi, tornando all'argomento principale, perché non denunciare gli episodi?
    In questo vedo una sorta di complicità. Si vuole che cambi qualcosa, ma quando accadono gli episodi gravi che mi ha menzionato, non viene fatto nulla. Perché?
    Lei continua a menzionarmi armadi pieni di merendine, bibite in frigo gassate, ma non sta di certo scoprendo nulla.
    Da sempre viene predicata la buona alimentazione (non da me, ma dalla scienza che dichiara che una buona alimentazione previene dalla maggiore parte dei cancri) ed un corretto stile di vita come principali artefici di un buon stato di salute.
    Fermo restando che come per tutte le cose serve il buon senso.
    Piuttosto antipatico il riferimento a Coca Cola e Nestlè: attenzione a non cadere vittima dei luoghi comuni.
    Che è.. la Motta, piuttosto che la Balconi, piuttosto che la Guizza, fanno dei prodotti genuini?
    Si vedono certe bibite che vengono spacciate per aranciate, che probabilmente non hanno nemmeno visto in cartolina com'è fatta un'arancia, senza per forza fare riferimento a Coca Cola.
    Perché ci vengono date certe schifezze? Perché vengono comprate.
    E ci fanno male perché non usiamo il buon senso.
    Credo, purtroppo, nella potenza del Dio denaro, ma non credo ad un disegno superiore.

    Mi dice che "Tutto è sempre attribuito alla genetica o a dio...
    Dagli ignoranti. Dalla scienza no.

    La scienza, la ricerca e la medicina ci hanno permesso di allungare di qualche decina di anni le aspettative di vita in un relativo breve periodo.
    Nonostante si mantenga uno stile di vita meno salutare si vive più a lungo.
    E questo è un dato di fatto. Che piaccia o no è così. Nonostante ci siano e sempre ci saranno le eccezioni.

    RispondiElimina
  27. Lei mi ha fatto l'esempio di Matteo Dall'Osso.
    Ed io gliene faccio un altro: Terry Wahls.
    Ne ho parlato qua: http://skybuck.blogspot.it/2012/01/nessun-complotto-allorizzone.html
    Terry Wahls, a quanto pare come Matteo Dall'Osso, avrebbe sconfitto la sclerosi multipla.
    In che modo? Con la chimica e con un regime alimentare corretto.
    Già la chimica: con i farmaci.
    E come ha fatto?
    Ha studiato. Ha studiato quello ha scoperto la scienza.
    Ed il suo caso è stato studiato da un ente governativo americano:
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2769364/
    Onore al merito a Terry Wahls ed anche a Dall'Osso ma non hanno fatto altro che studiare ciò che gli è stato messo a disposizione dalla scienza.
    Tutto questo per dire che credo, purtroppo, alla scarsa professionalità di alcuni medici, credo nello loro impreparazione e alla loro inadeguatezza.
    Non credo, in modo categorico, ad un disegno superiore.
    Sennò perché mettere a disposizione informazioni che permetterebbero a certe persone, in taluni casi, di guarire, quando invece il medico inadeguato ha dichiarato spacciate?

    RispondiElimina
  28. è che siamo su due differenti modi di vedere le cose.

    Per me fare una denuncia sarebbe come se una gazzella andasse dall'avvocato per far causa ad una leonessa che ha mangiato il suo piccolo.

    A me basta sapere che mia moglie, dopo 7 anni ha risolto tutti i problemi derivati da 1kg di zucchero al giorno e che mia madre ha smesso di prendere medicine da 5 mesi e non è piu' malata di diabete e pressione alta.
    Non che non sia pronto ad accettare la morte di mia madre, prima o poi avverrà. Ma un conto è finire sotto le mani di avvoltoi assetati di soldi e un conto è morire di vecchiaia.
    Probabilmente mi sbaglio ma la vita mi sta dando ragione per ora.

    Ho 3 figli, due maggiorenni che ho educato nello stesso modo e faro' lo stesso con il piccolino che sta crescendo ora.

    Sono qui giusto per raccontare parte della mia storia e della mia esperienza... e se non crede che mia moglie è completamente guarita dal cancro... non mi crea assolutamente disagio.
    E badi bene, non credo ai miracoli.

    Mi dispiace per il suo amico che è deceduto di cancro pochi giorni fa.. so cosa si prova, sono morte molte persone che conoscevo e non solo di cancro. Le suggerisco di fare un analisi di come viveva, che lavoro faceva e come si alimentava il suo amico visto che ne ha la possibilità.
    Io queste cose le sto facendo da anni e quello che vedo è fin troppo chiaro.

    Non sono nessuno, non ho lauree quindi puo' tranquillamente cestinare le mie opinioni.

    Ma tenga presente che non sono qui a vedere nulla. E per me vale una semplice regola.. chi si fa pecora viene mangiato e dai miei 50 anni una certa idea della vita me la sono fatta.

    Magari avremo occasione di risentirci tra qualche decina di anni e vedere come vanno le cose :)

    Buona serata

    RispondiElimina
  29. E' inutile lamentarsi se poi non si cerca di fare nulla.
    Ripeto, è cinico dirlo, ma comportarsi così è quasi al pare di chi "terrebbe" nascosta la verità.
    Se la documentazione c'è la si porta in superficie e si denuncia il medico incompetente.
    Guardi soltanto le class action: anni fa era impensabile portare in tribunale le multinazionali del tabacco. Ora c'è chi l'ha fatto e si è preso giustamente rimborsi milionari per avere contratto il cancro a causa del fumo e per non essere stato adeguatamente informato dei rischi.
    Io, pur non essendo nel campo, conosco 2 ex-medici radiati dall'albo per avere commesso alcuni terribili errori ed avere causato in taluni casi, la morte del paziente.
    In quei casi i medici sono stati portati in tribunale e condannati per truffa e omicidio, ovvero per aver causato la morte del paziente.
    Poi se esercitano tuttora è un altro discorso
    e non parlo ovviamente di Simoncini, quello è un capitolo a parte.
    Io sono ben felice per lei che sua moglie sia guarita dal cancro e lungi da me l'intenzione di voler far cambiare idea a lei. Nulla è più lontano dalle mie reali intenzioni.
    Che vita faceva il mio amico che il CRC mi ha portato via?
    Totalmente astemio e magro come un chiodo. Devo aggiungere altro?
    Attribuire a Dio la sua prematura scomparsa?
    Non mi reputo credente, quindi direi proprio di no. Genetica? Può essere. Sicuramente non lo stile di vita, glielo assicuro.

    Sarei interessato però a sapere la sua opinione sul fatto che sia Terry Wahls che Dall'Osso sarebbero guariti grazie ai loro studi su ciò che la scienza ha messo a loro disposizione.
    Incompetenza dei medici o un preciso disegno dall'alto?

    RispondiElimina
  30. Salve,

    Matteo è guarito perchè ha individuato le cause, nascoste dagli organi ufficiali, tramite analisi, testimonianze e anche diffidenza verso la macchina sanitaria. Matteo si è sentito violentato dai professoroni del san raffaele che dall'alto della loro saccenza hanno completamente ignorato le sue richieste fino a minacciare una denuncia ai carabinieri dichiarandolo incapace di intendere e di volere... in quel momento era in ospedale mezzo paralizzato e cieco con i genitori che piangevano davanti al suo letto.

    Matteo ha scoperto la causa e tramite la chimica si è disintossicato dall'alluminio.

    Immagino Terry abbia fatto la stessa cosa... leggero il suo caso come ho fatto con quello di Matteo che ha richiesto diversi giorni di letture.

    Ma lei veramente crede ancora che è il fumo la causa di cancro? Perchè ci sono persone che fumano e campano cento o piu' anni?

    Non vede che il fumo è la causa dichiarata di tutti i mali e quindi deresponsabilizza tutti?

    Mio padre, dicono sia morto per fumo... anche il genitore di un mio vecchio amico, che lavorava a contatto con amianto nelle FS è morto di cancro e la colpa è stata attribuita al fumo.

    Mio nonno è morto a 92 anni e fumava nazionali.

    I medici uccidono molta piu' gente di quello che crede. Quando non funziona qualcosa e qualcuno parla vengono fuori le cause in tribunale ma la maggior parte delle volte si coprono l'uno con l'altro e le persone non si sognerebbe mai di mettere in discussione il parere di un distinto laureato in camice bianco... anche se lui stesso è 120kg.

    Si ricorda che ha detto a mio padre lo zio? Siamo assassini legalizzati.

    I dati Usa pubblicati da mondini dicono che 780.000 persone all'anno muoiono di malasanità e 599.000 di cancro e piu' o meno gli stessi di problemi cardiaci. Infatti la sanità Usa è al 37esimo posto nel mondo.

    Ha mai letto le denunce fatte da un dottore che ha perso il figlio ed ha denunciato il traffico di organi negli stati uniti?

    E' difficile credere che chi firma per la donazione di organi non possa venire macellato dalla troupe di turno in cambio di qualche centinaio di migliaio di dollari in cambio di qualche parte di ricambio per il figlio della solita persona che puo' disporre di molti.

    Basta un incidende e una complicazione ed ecco recuperati organi freschi freschi che sul mercato valgono milioni di euro in nero con tutti che piangono il deceduto... ma che almeno ha salvato altre persone con la sua donazione.

    Credo che la miglior difesa non sia fare causa e non sono complice, come vede scrivo e pubblico.
    Ma sa cosa penso? Una società utopistica dove tutti stanno bene porterebbe al collasso l'umanità per sovrappopolazione... quindi la funzione di questi vampiri è parte dell'evoluzione.. il controllo della popolazione.
    Esattamente come in natura.. i predatori e le prede vivono in simbiosi.. chiaro che i piu' deboli vengono macellati (nel caso umano i meno informati).

    E poi.. crede che non ho tentato diverse volte di segnalare le problematiche palesi di parenti che stanno male e soffrono... ti ridono in faccia come se dicessi cose assurde.

    Quindi, penso alla mia famiglia e basta.

    Guardi che mia moglie, era anche lei magra e asciutta... pero assimilava 1kg di zucchero ogni giorno.

    Solo condividendo attimi di vita con lui poteva capire come stavano le cose.. cosa comprava, cosa aveva negli scaffali, le abitudini e gli errori.

    Sa che c'è gente che si intossica di dentifricio solo perchè si sciaqua la bocca con poca acqua per mantenere la bocca profumata?
    O gente come l'ex marito di mia moglie che perso tutti i denti perchè era fissato con i denti bianchi e usava spessisimo gli sbiancanti a base di perossido di idrogeno. E il cognato? ha perso anche lui tutti i denti a 52 anni perchè masticava 20 ore al giorno le gomme.. che poi ingoiava tralatro.

    Per me vale la legge della Causa/Effetto.
    Scoperta la causa risolvi il problema.
    Per quanto mi riguarda funziona :) e piano piano vedi le menzogne che ci circondano.

    RispondiElimina
  31. Dimenticavo poi due parole sul documentario su rai3 "inventori di malattie".
    Ma secondo lei, una scienza come la medicina, capace di rendere tossico dipendenti il 25% dei bambini americani tramite bugie a partire da 18 mesi... si crea problemi a macellare adulti malati di cancro, diabete, sla e tutto il resto?
    Ha visto il giro di soldi che c'è dietro?

    saluti :)

    RispondiElimina
  32. Credo che qua si stia un tantino esulando dall'argomento.
    Chi ha nominato il fumo come causa del cancro?
    Ho nominato il fumo solo per fare l'esempio di cosa succede se si muovono le masse, esempio lampante sono le multinazionali del fumo che si sono ritrovate a pagare rimborsi milionari.
    Tralascio ancora una volta gli esempi che mi ha fatto, perché, come dicevo prima, nominare qualche esempio così, senza alcun riscontro, mi perdoni l'espressione, conta poco.

    Ma davvero sta prendendo come esempio Mondini?
    La stessa persona che dice "...il cancro si può guarire con un po’ di bicarbonato di sodio in un’altissima percentuale di casi. Interessante, semplice ed efficace anche la sua terapia per il melanoma..." descrivendola come terapia affidabile assieme ad altre per poi beatamente aggiungere alla fine "L'ARPC e Alberto Mondini declinano ogni responsabilità per l'uso autogestito delle tecniche esposte in questa pagina e in tutto questo sito. Ogni ragguaglio concernente terapie deve essere considerato informazione scientifica e non consiglio terapeutico."
    Dico, davvero ritiene affidabile una persona del genere?

    Anche il discorso del traffico di organi che poi sconfina a mio parere nel vaneggiamento, esula completamente dall'argomento.

    Dicendo del mio amico "Attribuire a Dio la sua prematura scomparsa? Non mi reputo credente, quindi direi proprio di no. Genetica? Può essere. Sicuramente non lo stile di vita, glielo assicuro." è implicito che non assumeva tali quantità di zucchero ma aveva uno stile di vita corretto.

    Mi sfugge una cosa nel suo discorso.
    Mi invita a non credere al fatto che il fumo sia responsabile di buona parte dei tumori.
    Ma al contrario mi invita invece a credere che la somministrazione "più o meno forzata" di merendine e zuccheri a dismisura, siano invece i responsabili di molti mali. mortali, di oggi.
    Perché? Perché non considerare alla stessa stregua la "somministrazione" mi merendine con "l'invito" a fumare?
    Perché uno sì e l'altro no? Mi faccia capire....

    Direi che sulla malasanità invece siamo in sintonia.
    Proprio io ho parlato di come molti medici si dimostrino incompetenti e inadeguati.

    Sto studiando il caso di Matteo Dall'Osso.
    Credo che verranno fuori cose molto interessanti..
    A partire da questo dott. Mauro Mario Mariani...

    RispondiElimina
  33. Sa che ho difficoltà a revisionare quello che scrivo in quanto questa finestra è troppo piccola.
    Non si puo', almeno come anonimo, rieditare e correggere. Quindi mi scuso per la bassa comprensibilità.. è successo anche di aver perso quello che avevo scritto per aver cliccato poco sopra la finestra di editing.

    Non prendo esempio dal sig. mondini, quello che dice mondini l'ho sempre pensato anche io tutto qui ma i dati riportati sono allarmanti, almeno nell'unico intervento che ho visto di lui 2 giorni fa.

    Bicarbonato. Il bicarbonate è alcalino, è una base.
    Gli esperimenti di Otto Warburd dimostrano che le cellule normali "fermentano" in tumore in ambiente estremamente acido e povero di ossigeno.

    Secondo me è meglio avere una alimentazione corretta, per quanto possibile, per mantenere l'acidità del corpo nei valori normali piuttosto che strafogarsi di zuccheri complessi per poi vedere si risolve tutto con il bicarbonato.. che essendo una base alzerebbe il Ph.

    Il discorso organi era solo per sollevare un'altro problema che reputo reale, che poi non le interessi è un altro conto.. tanto per essere in tema sulla sanità.

    Il fumo lo reputo si dannoso in quanto intasa e fa assimilare nel sangue oltre alla nicotina chissa quali altre sostanze ma credo sia piu' che altro il capro espiatorio di tutto visto che è dichiarato essere cancerogeno.
    Pero' credo anche a al Dott. Warburg che afferma che le condizioni per la fermentazione delle cellule sane sia l'acidità e la carenza di ossigeno... quindi ne deduco che il fumo potrebbe aiutare il cancro in quanto agente esterno contaminante.

    Tutte queste sono semplici deduzioni logiche supportate da quello che ho letto negli anni ma a quanto pare la medicina attuale ne sa meno di me in quanto il cancro è incurabile e non prevenibile... mentre mia moglie sta bene, senza medici e senza chemio.

    Lei pensa che la malasanità sia un problema. Io dalle mie esperienze credo che la medicina attuale, che non cura nessuna malattia ma mantiene gli allarmi nei range normali, sia una scienza ormai corrotta dal denaro.

    Con eccezioni della chirurgia, ostetricia e poche altre. Tutto il resto per me è businnes.
    O non mi spiego come sia possibile che in USA e non solo, il 25% dei bambini prenda droghe che causano dipendenza fisica a partire dai 18 mesi.
    Se sono capaci di fare questo per gli investitori di quei titoli posso immaginare come vengono considerati gli adulti da questa "scienza" che lei reputa cosi infallibile.

    Come la reputa l'etica di tutte le multinazionali farmaceutiche che foraggiano chi scrive i libri di testo per le facoltà di medicina e corrompono i medici per fare piu' preschizioni possibili?
    67 li hanno presi in italia.. ma scommette che sono molti di piu'?

    RispondiElimina
  34. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  35. Ha ragione: trovo molto scomoda e poco pratica anch'io la finestra dei commenti di blogspot, ma quella passa il convento.. :)
    Sono perfettamente d'accordo con lei con questo suo ultimo post.
    Su altre cose sono meno d'accordo.
    Alla base di tutto c'è il buon senso.
    Lei mi ha detto quanto segue per quanto riguarda sua moglie:
    "... consumava 4 litri di coca cola al giorno piu' un'altra infinità di schifezze industriali e artigianali.
    Ha presente 4 bustine di zucchero in un caffè?..."
    Ha senso quindi parlare del fatto che veniamo invogliati a mangiare merendine?
    Ha senso, se SCEGLIAMO di bere 4 litri di coca più schifezze industriale per poi prendersela con chi queste schifezze ce le vende?
    La faccio alcuni esempi:
    prendo la macchina nuova, non un bolide, una macchina modesta. Poi mi sfracello contro un'altra macchina perché ho preso una strada in senso contrario. Me la devo prendere con chi mi ha venduto la macchina?
    Ogni sera mi faccio una bella frittura di pesce. Una goduria per la gola, un po' meno per il fegato che ad un certo punto mostra tutto il suo disagio.
    Me la devo prendere con chi mi ha venduto l'olio da frittura? O il pesce?
    Le faccio altri due esempi che forse devono fare ancora un più riflettere.
    Lo sa che anche l'acqua fa morire?
    http://www.ilsussidiario.net/News/Scienze/2011/8/23/INGHILTERRA-Beve-troppa-acqua-e-muore-come-e-possibile-Il-parere-dell-esperto/202313/
    E non è l'unico caso.
    Quindi? Devo prendermela con il sindaco del mio paese perché non pone un blocco sull'acqua erogabile dai rubinetti di casa? Oppure registrarmi quando vado al supermercato a comprare l'acqua minerale per fare in modo che non se ne compri troppa?
    Lo sa che anche la vitamina C (che Simoncini e compagnia briscola consiglia di prendere in abbondanza con allegra disinvoltura) se presa in dosi elevate è tossica?

    Io ho due bimbi, il più grande ha 8 anni e da sempre è un gran mangiatore di frutta. Ma ovviamente non disdegna una merendina ogni tanto.
    Non trovo giusto privarlo completamente ma educarlo ad un consumo limitato alle eccezioni.
    Ritengo che se gliele vieto in modo drastico, sono certo che alla prima occasione se ne procura una di nascosta dall'amichetto.
    Mi è capitato anche di parlare con coppie con figli che non intendono avere la televisione "così non sta attaccato allo schermo tutto il giorno".
    Trovo che sia troppo semplice. Il bambino INEVITABILMENTE chiederà ad una certa età la televisione perchè a scuola parlano dei cartoni che vengono trasmessi, cosa che si è puntualmente verificata.
    La parola magica come sempre è buon senso. E' necessario educare il bambino ad un uso adeguate delle cose o dei cibi che gli vengono messi a disposizione. Difficile, certo, ma non impossibile.
    Se non riesco nell'intento, non devo prendermela con chi fa la pubblicità delle schifezze in tv, devo prendermela con me stesso, perché evidentemente ho sbagliato qualcosa.

    Aggiungo che è molto stimolante parlare in modo civile ed educato come in questo caso.
    Peccato che, a chi ha un blog, capiti di rado... :)
    Saluti

    RispondiElimina
  36. Avevo letto anche io di una mamma messicana che fece una gara per vincere la playstation per il figlio.

    Vinceva chi beveva piu' acqua... beh è morta.
    E' morta perchè troppa acqua ha generato un "collasso" cellulare.
    Questa donna era talmente decisa a vincere quell'oggetto magico per il figlio, visto che era una donna molto povera che ne ha bevuto almeno 15 litri.
    Ma credo che una persona in condizioni normali abbia dei freni biologici mentre uno che si è drogato è tutto un altro discorso.

    Quello che dovrebbe essere fatto è scrivere sulle confezioni di alimenti con zuccheri, grassi idrogenati, additivi chimici la stessa cosa che scrivono sulle sigarette.
    "attenzione questo tipo di alimento è la causa primaria del tumore e delle principali patologie che uccidono le persone"

    E magari veder sparire dalla televisione quel genere di pubblicità con la bella mamma che spalma la nutella su una fetta di pane per la colazione del proprio amato bambino dicendo che è la colazione ideale.

    Visto che la nutella è zucchero, olio di palma e il pane bianco è anch'esso zucchero complesso senza praticamente nutrimento.

    In casa mia a colazione mangiamo proteine come uova o salmone per esempio (quello affumicato non nel modo chimico) e carboidrati come la frutta.

    Non a caso, per carenza di informazioni sulla nutrizione, la gente si "cala" qualsiasi cosa credendo che è tutto sano con l'unico incoveniente che si si eccede, si ingrassa... e infatti c'è un epidemia di tumori, 1 su 3 muore cosi e gli altri se li portano via i problemi legati al sistema cardio circolatorio.
    Perchè se quel prodotto è approvato dal governo.. è sano.

    Io sono contro a tutte le vitamine aggiunte come l'acido ascorbico, e infatti evito tutti quei prodotti che lo contengono... come la tritata pre-inscatolata, salsiccia e tutto il resto e tralaltro non contengono solo quello.

    Come le dicevo ho 3 figli, uno di 24 e una di 20.
    Non li ho privati della tv ma li ho addestrati a riconoscere cio' che non è spazzatura. La tv in casa nostra da almeno 15 anni è utilizzata raramente per un blu ray / dvd e qualche documentario.
    Ma io ho lavorato 30 anni per tutte le Tv nazionali e private e so come funzionano.

    Ho sempre insegnato ai figli come riconoscere la verità e la menzogna e non ho li ho mai obbligati a prescindere di evitare le cose.

    Per me far mangiare una merendina in forma limitata non ha senso.
    Se questo genere di alimentazione è cio' che uccide la maggior parte delle persone e crea tragedie nelle famiglie e fa guadagnare miliardi di dollari ai "vampiri" delle multinazionli diventa pericoloso concederne un pochino.

    Puoi fare uso di eroina, cocaina, ecstasi.. ma mi raccomando un pochino.. perchè troppo fa male.

    Preferisco definire questo genere di cibo come altamente tossico e quindi inquinare anche solo un pochino gli equilibri chimici del nostro corpo è un grande errore perchè si paga tutto all fine.

    Non a caso muore piu' gente di errata alimentazione che di droga.

    Vietare in modo drastico è sbagliato, meglio spiegare come funzionano le cose e se il bambino identifica il genitore come guida e non come un accessorio per ottenere le cose diventa piuttosto semplice educarlo.



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono anche stavolta in buona parte d'accordo con lei ma non del tutto.
      D'altronde se il mondo non fosse vario sai la noia.. :)
      Il dire "...e dopo un po di tempo, i cervello attiva di nuova la voglia di mangiare... e se si ricade nello stesso genere di cibo si entra in un loop.. quello che fa diventare obese le persone..." per me è come dire "ho paura che la situazione mi sfugga di mano e non riesca a gestirla, quindi non ti faccio mai mangiare qualcosa che effettivamente fa male..."
      Io la vedo così.
      A mio figlio non ho vietato nulla in modo drastico, ma ora ho un figlio che per colazione messo di fronte ad un kiwi e ad una fetta di pane con la nutella (già.. ho anche quella.. un'unico barattolo, di quelli piccoli, che credo sia stato aperto ormai svariati mesi fa.. probabilmente più di un anno...) ed un kiwi lui sceglie il kiwi.
      E se il panettiere gli offre un biscottino al cioccolato lui dice di no e poi mi viene a dire dopo "Sai perché non ho preso il biscottino? Perchè mi fa male.."
      Tutto questo senza vietare in modo drastico nulla di tutto ciò di cui si è parlato.
      Non serve a nulla a mio avviso vietare. Accresci nella persona a cui hai vietato, la curiosità di provare.

      Rimane però la mia curiosità di sapere: perché degradare a "bufala" il fatto che fumare fa venire il cancro ed invece lo fa venire l'eccesso di zuccheri?
      Mi perdoni la smeplicità con la quale ho esposto il mio pensiero ma è giusto per farmi capire.

      Elimina
  37. Per esempio ho insegnato al mio ultimo figlio, a 8 mesi, come scendere dal letto e dalle due rampe di scale che abbiamo in casa.

    Potevo mettere cancelletti e sgridarlo all'avvicinarsi delle scale. I bambini hanno la tendenza a buttarsi di testa dal letto e invece gli ho insegnato a girarsi e scendere con le gambe lentamente tenendosi con le mani.
    Lo faceva anche quando scendeva da un tappeto.. molto divertente da vedere ma pero' non si è mai piu' fatto male e ha cominciato a salire e scendere dalle scale come un gioco.

    Il mio consiglio per i suoi bimbi è tenerli lontani da queste cose. Non vede che la tv è piena di pubblicità che invogliano i bambini a mangiare zuccheri, piena di pubblicità su farmaci miracolosi che curano anche cose incurabili come l'influenza e trasmissioni di medicina che instradano le persone a fidarsi della scienza medica che non cura nulla di nulla ma uccide piu' dei tumori.

    Chiaro che per generare differenze negli esseri umani accetto tutte le varianti nell'educare i figli. Quindi lei, che sarà sicuramente un buon padre in quanto si informa e fa informazione è libero di fare quello che vuole.


    L'ultima frase che ha scritto è infatti quello che penso io.. non possiamo togliere le scale dalle case ma insegnare ai figli a non caderci.

    Pero' sa che succede quando suo figlio mangia una merendina?

    Si inpenna la glicemmia nel giro di pochi minuti, questo porta il pancreas a produrre insulina, che è un ormone che serve ad abbattere gli zuccheri nel sangue ma poco dopo provoca una carenza di zucchero per il cervello (che deve essere prodotto dal fegato e non inserito dall'esterno) a quel punto, a seconda di quanto zucchero si è assimilato, si entra in uno stato di torpore (quello che succede a quasi tutti dopo mangiato) e dopo un po di tempo, i cervello attiva di nuova la voglia di mangiare... e se si ricade nello stesso genere di cibo si entra in un loop.. quello che fa diventare obese le persone.
    E' il circolo vizioso dell'insulina.. ci cadono tutti quelli che hanno un minimo di sovrappeso.
    Non si mangia perchè si ha fame ma perchè si diventa dipendenti da questo giro infernale che alla fine distrugge la vita facendo sentire la stanchezza cronica, aumentando la voglia di stare su un divano a guardare la tv mentre ci si addormenta e lentamente porta a sviluppare le classiche patologie che uccidono la maggior parte delle persone.

    In pratica lo zucchero crea dipendenza, scombina l'equilibrio del corpo e alimenta l'acidificazione del corpo che è causa del 90% delle patologie insieme alla disidratazione.
    Se lei ha mai avuto un acquario che è un piccolo ecosistema come l'insieme delle nostre cellule sa che l'acidità dell'acqua è la cosa piu' importante... i pesci si ammalano e muoiono.. esattamente quello che succede a noi.

    Anche per me è un piacere parlare con lei. Mi dispiace essere anonimo ma di solito non mi registro da nessuna parte per motivi di privacy.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi un'altra curiosità.
      Non so quanti anni abbia il suo ultimo figlio ma: come si comporta quando il figlio va alle feste di compleanno degli amici?
      Messo di fronte a patatine, pop corn e coca cola, cosa accade?

      Elimina
  38. 20 mesi.

    Ma scusi.. se suo figlio frequentasse a 15 anni una compagnia dove si fanno le piste di coca.. che dovrebbe fare?
    Lo fanno tantissime persone.. perchè mai non dovrebbe farlo?

    Per me un bimbo è un individuo innanzitutto.
    Il compito di un genitore, per come la vedo io, non è allevare un bambino ma formare un individuo perchè sarà udulto e senza la corretta educazione e cultura, verrà fagocitato dalla società moderna che vede l'individuo solo come un pollo da spennare.

    Lei difende la medicina moderna e la chiama scienza e non si rende conto che una scienza in grado di rendere tossicodipendenti il 25% dei bambini americani a partire dai 18 mesi con sostanze prese in considerazione da un eroinomane senza una dose... non puo' essere chiamata scienza... ma bensi' un atto terribile che in confronto il nazismo era una associazione benefica.
    Anche il 50% degli adulti fa uso di sostanza come il prozac o xanax.

    Secondo lei la chemio funziona? Il diabete si cura abbassamdo chimicamente il livello di zucchero?
    I tumori si curano asportandoli ogni 6 mesi finchè non si muore?
    Non servirebbe una scienza con delle risposte che si occupa di capire le cause invece di nascondere i sintomi che fanno guadagnare barche di soldi?

    almeno un dubbio non le viene?
    E' sicuro che il suo amico è morto a causa della sfortuna e i dottori hanno fatto di tutto per salvarlo?

    Cosa ha provocato il cancro in quella persona?
    Se era predisposto geneticamente.. perchè si è rivelato solo in età adulta e non quando era bambino?

    Se le era abbastanza vicino potrebbe arrivare a capirlo.. sembra strano ma sono sicuro che se saprà dove cercare troverà qualcosa.

    Anche perchè si dice che è genetico... ma provi a pensare questo:
    Genitori e figli, nonni, geneticamente condividono parte del patrimonio genetico, ma condividono anche qualcosa che è molto importante.
    Le abitudini.
    Quello che mangeranno tutta la vita, il modo di lavarsi i denti per esempio.
    Se io padre uso mezzo bicchiere d'acqua per sciaquare i denti dopo averli lavati è probabile che mio figlio farà lo stesso per tutta la vita.
    Faccio l'esempio del dentifricio perchè ci sono infiniti modi di lavarsi i denti, alcuni sono pericolosi. Anche lavare i piatti.
    Io ho visto una donna di almeno 60 anni lavare i piatti a mano con un mucchio di detersivo per poi passare un poco di acqua sui piatti e metterli via con le bolle di sapone che colavano una volta stesi. Sa che mi rispose quando parlai di questo con la figlia 30enne?
    Che cosi erano piu' puliti e profumati........
    Potrei citarne a decine di cose abberranti che vedo tutti i giorni.

    Se osserva gli altri vedrà che comincerà a capire perchè vengono i tumori e tutte le altre malattie.

    Si ponga dei dubbi e dubiti di chi fa un mucchio di soldi senza nemmeno portare dei risultati poi.

    questa è la frase che mi ha spinto a scrivere sul blog:
    "Un libro scritto da una persona che non è medico, non è laureato, ha il diploma scientifico e si interessa alla naturopatia."

    Ma chi è un medico?

    Uno che ha studiato su un libro scritto da personalità scientifiche pagate dalle multinazionali.

    mi scuso per la prolissità... e gli errori ;)



    RispondiElimina
  39. Se mio figlio frequentasse persone che si fanno di coca cosa farei?
    Mi chiederei dove ho sbagliato e dove ha preso i soldi per procurarsela perché da me no di sicuro.
    Non me la prenderei di sicuro con la società.

    Lei continua a ripetermi le stesse cose da qualche post, sul quale sono assolutamente d'accordo (alimentazione, lucro delle multinazionali della medicina, come faccia male se mi lascio il dentifricio in bocca...), su altre invece siamo distanti anni luce.

    Mi scusi: se la donna di 60 anni mette via i piatti con ancora il detersivo sopra, mangiandoselo al pasto successivo, e la figlia è d'accordo, e poi si ammalano, queste due persone se la devono prendere con la società?
    Ma stia scherzando?
    Volendo ben guardare sui flaconi c'è anche scritto "sciacquare bene".
    Si chiama buon senso, l'ho già detto e lo ripeto.

    Lei mi ha nominato il diabete.
    Sa che dal diabete di può guarire? Non intendo abbassare il livello degli zuccheri, intendo proprio guarire. Non essere più diabetico e non dipendere più dall'insulina.
    Un mio amico era diabetico, ha avuto diverse crisi piuttosto pesanti.
    Poi ha deciso di intraprendere quello che a suo tempo era un trial sperimentale. Credo che si sia sottoposto al trapianto delle isole pancreatiche ma potrei ricordare male. Ed è guarito. Proprio guarito. Ed ora è maratoneta.
    Grazie a cosa? A Dio? Alla fortuna?
    No.. Che le piaccia o no, il mio amico, e come lui molti altri, non è più diabetico e non prende più insulina grazie alla SCIENZA ed ovviamente anche alla sua perseveranza.

    Sa che cura sta seguendo Matteo Dall'Osso?
    Una cura derivante da un'intuizione di Paolo Zamboni.
    Chi è Paolo Zamboni? Un medico, uno scienziato (scienziato: s.m. Studioso di un particolare settore scientifico).
    In seguito a questa intuizione si stanno facendo un sacco di test in doppio cieco in tutto il mondo, la documentazione è disponibile a tutti con un minimo di ricerca su internet, come ho fatto io.
    Perché come tutte le intuizioni in campo medico hanno bisogno di sperimentazioni e conferme, tant'è che nello stesso gruppo di discussione di Dall'Osso molti, seguendo lo stesso iter terapeutico di Dall'Osso, non hanno ottenuto alcun beneficio, anzi, hanno accelerato lo sviluppo della malattia. Per questo fa bene Dall'Osso a continuare a ripetere "Ok, segui pure il mio iter terapeutico, ma fatti seguire da un medico!". Da un MEDICO, non da un naturopata o da un ciarlatano. Da un MEDICO.
    Quindi grazie a cosa sarebbe guarito (ma anche questo è tutto da vedere nella lunga distanza, ovviamente glielo auguro, perchè vorrebbe dire ridare la speranza a tantissime persone) Dall'Osso?
    Alla SCIENZA e ovviamente, come sopra, alla sua perseveranza.

    Sicuramente la cosa la farà stare meglio, sapere che se qualcosa va storto nell'educazione di suo figlio, non sarà colpa sua, ma della società.
    Un po' come il complottista medio: i terroristi non esistono, quindi non è possibile che qualcuno faccia esplodere un ordigno sotto casa mia. No, non è possibile, perchè il terrorista non esiste.

    Mi spiace ma siamo lontani anni luce su questo e penso, come è giusto che sia così, nessuno dei due si smuoverà dalle sue convinzioni, credendo di essere nel giusto.

    Noto inoltre che non ha risposto alle mie due domande che le avevo fatto.
    Pazienza.. le prenderò come due mezze risposte.
    Saluti

    RispondiElimina
  40. Salve,

    le ho risposto con l'età. Mio figlio non va ai compleanni, ha solo 20 mesi :)

    La mia era una metafora. Se fosse legale la cocaina e osannata come lo era effettivamente prima del 1900 e lei invece fosse consapevole che è una sostanza pericolosa... lasciarebbe ogni tanto suo figlio a fare quello che fanno tutti gli altri?

    Si, siamo distanti su diverse cose.
    Io non sono arrabbiato con la società, sono arrabbiato per la truffa della medicina moderna, tutto qui.

    Dall'osso ha scoperta la sua causa e io continuo a ripetere che la medicina dovrebbe innanzitutto scoprire le cause. Lo fanno i meccanici, gli elettricisti perchè non lo fanno i dottori?
    Sa perchè.. perchè non lo insegnano. I dottori non sanno nulla di nutrizione.

    La persona col diabete ha danneggiato il pancreas visto che è stato fatto il trapianto e chi gli garantisce che tra qualche anno, non avendo scoperto la causa del suo diabete, non si ripresentare la necessità di un'altro trapianto?

    Se la famiglia della donna si 60 anni... finisse in cura presso un dottore con sintomi classici.. problemi di vario tipo.. e naturalmente col tempo le cose peggiorano. Peggiorano prima per la Madre, perchè il padre mangia in mensa a pranzo, poi peggiora il padre, alla fine dopo altri 20 anni si ammala anche la figlia.

    Che fine farà quella famiglia senza aver scoperto la vera causa?
    Il dottore non farà altro che provare tutto quello che puo' per attenuare i sintomi.
    Sarà data la colpa alla generica e al fumo passivo... e poi avanti un'altro.

    Forse sbaglio a usare delle metafore... ma poi non dobbiamo convincere nessuno.
    Uno scontro di idee arricchisce. Sono sicuro di averle dato qualche nuovo input, lo stesso ha fatto lei con me.

    Buona giornata

    RispondiElimina
  41. "Dall'osso ha scoperto la sua causa"
    No, Dall'Osso non ha scoperto la causa.
    I medici l'hanno scoperta.
    Guido Zanella, piuttosto che Paolo Zamboni piuttosto che tutti i MEDICI o SCIENZIATI che stanno portato avanti i trial clinici sulla terapia chelante, PRIMA che cominciasse a seguirla Dall'Osso.
    Come le ho detto prima alcune persone che hanno seguito la stessa terapia di Dall'Osso non hanno avuto alcun beneficio, anzi. A quello servono i trial clinici.
    Dall'Osso è da premiare piuttosto per la perseveranza. E probabilmente anche una discreta disponibilità finanziaria ha aiutato, non dimentichiamolo. Non tutti avrebbero potuto fare quello che ha fatto Dall'Osso anche da quel punto di vista.
    Quindi sono state le intuizioni di un medico o uno scienziato come lo si voglia chiamare, che POTREBBERO avere scoperto la causa, non Dall'Osso.

    Il figlio di mio cugino, che ora mi sembra che abbia poco più di 10 anni, ha il diabete e gli è stato diagnosticato qualche anno fa in seguito a continui problemi che manifestava. Secondo lei in questo caso, la colpa di avere il diabete è da imputare allo stile di vita che ha tenuto o alla genetica?

    20 mesi? Allora sarò in futuro felice di sapere come si comporterà quando il suo ultimo figlio comincerà ad andare alle feste di compleanno. :)

    L'altra domanda a cui non mia ha risposto è questa:
    perché lei mi degrada a bufala il fatto che il fumo provoca il cancro invece mi porta avanti la teoria che sia l'eccesso degli zuccheri a provocarlo?
    Mi auguro che non sia per il fatto che sui pacchetti di sigarette c'è scritto "Il fumo provoca il cancro" e invece sulle merendine non c'è scritto "Le merendine provocano il cancro"...

    RispondiElimina
  42. Salve,

    Ma dove sta scritto che il dott. Zamboni ha scoperto la causa della sla per matteo?

    Matteo ha dedotto che poteva essere intossicato dai metalli pesanti e al san raffaele l'hanno preso per un pazzo paralizzato.

    Poi lui ha trovato un dottore che le ha finalmente fatto l'analisi da intossicazione da metalli pesanti, uno dei pochi in italia, da li in poi ha seguito una cura, cioè un sistema per eliminare chimicamente l'alluminio dal suo corpo ed da li ha cambiato vita.

    Matteo dice chiaramente che si è documentato da solo e ha capito con la sua esperienza quando si manifestava maggiormente i sintomi dell'avvelenamento da AL. Esempio in presenza di smog, quando vernicio' la casa, tra solventi e vernici.

    "Il figlio di mio cugino, che ora mi sembra che abbia poco più di 10 anni...."
    Certo che c'è una causa, ci sono voluti 10 anni per manifestarla, ma è sicuro che c'è.
    Lo sa che lo zucchero non è necessario nell'alimentazione in quanto lo zucchero per il cervello è prodotto da fegato?
    Non ha mai mangiato zuccheri quel bambino? E' sicuro? Quanto ne ha mangiato?
    Gli zuccheri (tutti i tipi) sono in tutti i prodotti industriali e non. Le farine sono zuccheri ad alto carico glicemico.

    Vuol dire che quel bambino non cominciava dalla mattina con la tazza di latte, zuccherato e i biscotti zuccherati (farina+zucchero) per poi mangiare un bel piatto di pasta (sempre zuccheri complessi), il pane (zucchero anche questo) con il secondo e magari la pizza a cena (farina = zucchero)?
    Vuoi togliere poi la merendine pomeridiane per farlo crescere bene? Coca Cola? Fanta ? Estate'?

    Mi vuol far credere che in casa di quel bambino non entravano queste cose?
    Probabilmente, geneticamente, quel bambino era piu' sensibile agli zuccheri ma è sicuro che anche lui per 10 anni ne ha mangiati tutti i giorni e piu' volte al giorno.

    Perchè non prova a chiedere ai genitori come si alimenta quel povero bimbo?

    Mio figlio avrà 20 mesi ma si ricordi che non ho solo quello... ne ho altri due maggiorenni e 2 acquisite alle quali ho fatto sparire problemi di cistite, brufoloni, stanchezza cronica, sovrappeso, stitichezza (definita genetica) e avevano tutte e due il problema di dormire con il naso chiuso e la bocca aperta e frequenti emicranie (a 13 anni di età).
    Quando mangiavo anche io le stesse cose stavo per operarmi al setto nasale ed avevo l'abbonamento al moment e prima aulin.

    Hanno tolto il cibo spazzatura e sono state rieducate (in 3 anni e che fatica) a bere almeno 2 litri di acqua al giorno.
    Prima erano sempre disidratate, labbra secche (non mancava mai il burro cacao) da li stitichezza (con relative pompette lubrificanti).

    RispondiElimina

  43. Lo so che non ci crederà ma dopo aver tolto almeno 1 etto di zucchero giornaliero che prendevano dalla classica alimentazione che fanno tutti e hanno cominciato a bere acqua è sparito tutto.

    Quello che non capisce è che io ho dei risultati tangibili e molto importanti.

    Il nipotino di 9 anni del mio socio soffre dello stesso problema... ormai ne ha 11 ed è bravissimo a farsi l'insulina.
    A natale, ho chiesto che avevano mangiato.
    Pasta al forno, pane, torta... mi ha detto.. come fai a togliere ad un bambino anche la torta?
    Il bambino è vostro mi sono detto... parlavano esattamente come fa lei.. come fanno tutti.

    Lo sa che la farina è uno zucchero con lo stesso carico glicemico dello zucchero raffinato?
    Se non è a conoscenza di questo, è a rischio anche lei e la sua famiglia.

    In parte anche patate, banane, mango, papaja, uva, anguria, melone e altri sono anch'essi alimenti ad alto carico glicemico, non come la farina o lo zucchero per fortuna.

    Riguardo il fumo.
    Non sono stato mica io a dirlo, è stato il premio nobel Warburg.
    Il fumo contribuisce a inquinare e acidificare il corpo ma l'ingrediente fondamentale è l'ambiente acido e il responsabile è il glucosio che è la cosa piu' acidificante per il nostro organismo.

    Lei ha la possibilità di verificare quello che dico guardandosi intorno.
    Finchè si fiderà ciecamente della medicina, quella che ha reso drogati il 25% dei bambini americani dai 18 mesi in su, sarà in pericolo anche lei e la sua famiglia.
    O realmente pensa che siamo nelle mani di multinazionali che pensano solo al nostro benessere?

    Se i dubbi non le vengono, non si preoccupi. Fa parte del club come tutti. E' lei la persona normale, io sono definito complottista.
    Ma se non altro, il cancro da 7 anni è un ricordo e mia madre è miracolosamente guarita dal diabete.

    RispondiElimina
  44. Lo sa che alla base di tutta la vicenda di Dall'Osso c'è un problema genetico?
    Ma non sono io che lo dico, è lo stesso Dall'Osso.
    Anche perchè se è vero che i componenti delle amalgama dentistiche sono tossiche, tutti dovremmo essere malati, ma così non è. Quindi?
    Dal sito di Matteo Dall'Osso (http://www.matteodallosso.org/?page_id=124):
    Tutte queste anomalie sono dovute ad un’altra ragione molto più importante, all’origine di tutto.
    Glutatione S transferasi M1: assente. Questo esame mostra che nel mio organismo un’allelo del gene glutatione è assente!

    i geni sono trasmessi da madre e padre 50% per uno. Ad ogni gene corrisponde un enzima, ad ogni enzima corrisponde una funzione più o meno spiccata. Nel mio corpo questo allelo è assente, quindi la funzione ad esso associata non è espletata e anche se è solo una parte del gene la catena associata a questo enzima non può essere completa.

    Ho fatto l'esempio di Zamboni perché Zamboni è uno dei dottori che ha avuto un'intuizione per quanto riguarda la sclerosi multipla. Infatti dicevo I medici l'hanno scoperta.
    Guido Zanella, piuttosto che Paolo Zamboni piuttosto che tutti i MEDICI o SCIENZIATI che stanno portato avanti i trial clinici sulla terapia chelante, PRIMA che cominciasse a seguirla Dall'Osso.
    .
    Ha ragione comunque: il primo ad associare i problemi che aveva Dall'Osso con le amalgama e quindi le sostanze tossiche, è stato un dottore tedesco (da qua: http://www.matteodallosso.org/?page_id=149): Nel 2002, cioè un anno prima di andare in Germania, vidi Report una trasmissione su Rai3, dove intervistarono un dottore tedesco che diceva che l’amalgama dentale, il materiale utilizzato per le otturazioni dentali, poteva causare gli stessi problemi.
    Quindi è stato un dottore, quindi uno scienziato e quindi la scienza.
    Non Dall'Osso.
    Dall'Osso continua:...Mi presi quindi un mese di "ferie" per ritornare in Germania. Partii da solo in treno e vi faccio notare che: non vedevo dall’occhio sinistro, non coordinavo più i movimenti della mano sinistra, camminavo male, perdevo l’equilibrio, ecc… ecc… Però non dissi la verità a nessuno, nemmeno ai miei genitori perché erano già in forte depressione. Parlai a lungo con una dottoressa del loro team. Mi consigliò degli esami del sangue....
    Sempre dei medici, quindi la scienza.
    Nella bibliografia che mostra Dall'Osso in Appendice del suo libro ci sono numerosi testi medici (anche qua scienza) dove viene trattata la somministrazione di EDTA per curare la sclerosi. Si parte da testi degli anni 1960 fino ai giorni nostri. Di chi? Di scienziati e medici.

    Mi sono informato sui casi che le ho menzionato.
    La persona che ha fatto il trapianto e quindi non è più diabetica gli è stata diagnosticato il diabete all'età di 3 anni in seguito ad accertamenti considerando il ripetuto presentarsi di determinati problemi.
    Il figlio di mio cugino gli è stato diagnosticato il diabete a 7 anni. I suoi genitori sono persone colte, laureate, le assicuro che sono attente alla loro alimentazione ed ancora di più lo sono verso l'alimentazione del figlio. Diabete diagnosticato appunto all'età di 7 anni.
    I miei due cugini consumano da sempre quantità industriali di nutella. Ora hanno 40 anni, nessun problema e stanno meglio di me e lei messi assieme.
    E' ridicolo non pensare alla pesante incidenza delle genetica in questi casi. E se non la si prende in considerazione evidentemente manca l'onesta intellettuale per farlo.
    E non mi sono messo a spulciare casi e trial clinici: sono tutti casi molto vicini a me.

    RispondiElimina
  45. Lei mi continua a ripetere dell'importanza dell'alimentazione (...Hanno tolto il cibo spazzatura e sono state rieducate (in 3 anni e che fatica) a bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Prima erano sempre disidratate, labbra secche (non mancava mai il burro cacao) da li stitichezza..) ma su questo siamo assolutamente in sintonia è lo è anche la scienza già da parecchi anni.
    Lei dice:Lo so che non ci crederà ma dopo aver tolto almeno 1 etto di zucchero giornaliero che prendevano dalla classica alimentazione che fanno tutti e hanno cominciato a bere acqua è sparito tutto..
    Che c'è di strano? Non ne dubito che alimentandosi correttamente assieme ad uno stile di vita altrettanto corretti buona parte dei problemi spariscano.

    Lei mi nomina il premio nobel Warburg.
    Premio nobel che è stato assegnato nel 1931.
    Fortunatamente la scienza ha fatto passi da gigante da allora, allungando le aspettative di vita di un bel pacco di anni (anche invitando le persone ad avere uno stile di vita corretto.. certo!).
    E solo qualche anno dopo il nobel a Warburg, i suoi stessi studi sono passati in secondo piano perchè proprio alla fine degli anni 30 sono stati fatti i primi studi che dimostravano che il fumo provoca il cancro, ben lontani dalla società odierna (ved. http://en.wikipedia.org/wiki/Raymond_Pearl).

    Lei dice:"Se i dubbi non le vengono, non si preoccupi"
    I dubbi li avevo, mi sono documentato, e me li sono tolti.
    Evidentemente anche lei lo ha fatto.
    In modo diverso dal mio.
    Viviamo tutti e due bene.
    Saluti

    RispondiElimina
  46. ma io ho un esempio vivente di guarigione dal cancro, e i MEDICI o SCIENZIATI le avevano dato 6 mesi di vita.

    Il fumo è causa del cancro e la vita si è allungata.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Jeanne_Calment

    Jeanne Louise Calment (pronuncia: /ʒan lwiːz kalˈmɑ̃/; Arles, 21 febbraio 1875 – Arles, 4 agosto 1997) è stata l'essere umano più longevo di cui si abbia avuto notizia certa

    La donna francese visse 122 anni e 164 giorni (pari a 44.724 giorni). Confermata dall'atto di nascita, tale longevità fu accuratissimamente documentata dagli studi scientifici sul suo caso, e la verifica richiese un dispiegamento di mezzi senza precedenti per un riscontro del genere[1].

    Condusse una vita estremamente attiva, tanto che cominciò a praticare la scherma a 85 anni, e che a 100 andava ancora in bicicletta; inoltre fumò fino a 118 anni[2].


    http://www.cadoinpiedi.it/2012/05/03/muore_a_125_anni_fumando_marijuana_ogni_giorno_-_foto.html

    MUORE A 125 ANNI FUMANDO MARIJUANA OGNI GIORNO

    http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_delle_persone_pi%C3%B9_longeve

    questi come li spiega?

    E' proprio sicuro di quello che dice?
    La vita si sta allungando?
    Come mai il suo amico è morto cosi giovane pure essendoci stato questo ENORME progresso nella medicina.
    Di casi come il suo amico che ce ne sono a milioni nel mondo occidentale.

    Non le ha mai viste le pubblicazioni SCIENTIFICHE che affermano che la marijuana fa male?

    andiamo su...

    RispondiElimina
  47. Come mai chi sputa sulla scienza si fida delle diagnosi che fa la medicina ma non delle cure?
    Qual'è la differenza, mi faccia capire.
    Qual'è il parametro che le dice di fidarsi delle diagnosi ma non delle cure? Perchè?

    Sì, la vita si sta allungando.
    Non è un fatto opinabile.
    Mi trovi una sola statistica che dice il contrario.
    Non casi sporadici come ha fatto.
    Per ogni suo caso indicato ci sono altri 10 casi che dicono il contrario.
    Mi indichi una statistica che dice che la vita non si sta allungando ma si sta accorciando ed io le do ragione.
    Non cambi argomento: non stiamo parlando di marijuana.
    Le ripeto: mi indichi una statistiche che dice che l'aspettativa di vita invece di allungarsi si sta accorciando.

    RispondiElimina
  48. Cosa mi dice del fatto che la malattia di Dall'Osso deriva da un problema genetico, come dallo stesso Dall'Osso ammesso?
    Cosa mi dice del fatto che ci sono testi scientifici risalenti al 1960 che parlano di somministrazione di EDTA nell'ottica di una cura contro la sclerosi?
    Cosa mi dice del fatto che già a fine anni 30, vennero pubblicati i primi studi che accertavano una correlazione diretta fra il cancro ed il fumo?

    Non ricominci a parlami di alimentazione, la prego. Su quello siamo d'accordo.
    Se vorrà rispondere a queste mie domande in modo inerente ne sarò felice, assieme alla mia richiesta di mostrarmi una statistica che indica che l'aspettativa di vita sta diminuendo come ha asserito poco fa.
    Se non vorrà rispondere in modo inerente, trarrò le mie conclusioni.
    Saluti

    RispondiElimina
  49. ma io non sputo sulla scienza, ma poi solo una scienza è esatta, la matematica che è dimostrabile in modo esatto.

    La fisica per esempio è un'approssimazione, già il fattore che valuta l'universo è approssimato.
    La medicina non cura nessuno abbassa solo i livelli di allarme e oggi 1 su 3 muore di cancro, il resto di problemi cardio circolatori.
    Io questo trionfo della medicina non lo vedo.

    Ma dove sono i 10 casi? Ma non vede che la gente muore continuamente di malattie spesso tra i 40 e i 60 anni? Andando avanti cosi alla pensione non ci arriverà nessuno... ma non sarà anche questo lo scopo?

    Io le ho portato la lista degli ultra centenari tutti nati prima del 1900.
    Come mai non ce ne uno, dico uno nato dopo il 1900 che ha superato i 100 anni? Eppure almeno uno vivo nato dopo il 1900 con almeno 110 potrebbe esserci.. perchè non c'è?

    Mi sa dare una risposta?

    Forse, la storia che la vita si allunga è una bufala?

    Forse questa è una bufala:
    http://allungatilavita.blogspot.com.es/2008/12/gli-ultracentenari-nel-corso-della.html

    ma forse no...

    RispondiElimina
  50. Quella è la sua statistica?

    Contro la fede, nulla può.
    Nemmeno la scienza.
    Le auguro ogni bene.

    Saluti

    RispondiElimina
  51. Ah.. per rispondere alla sua domanda "Come mai non ce ne uno, dico uno nato dopo il 1900 che ha superato i 100 anni?", dopo una ricerca di un circa un minuto, forse meno:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Joannes_Goossenaerts
    http://it.wikipedia.org/wiki/Pasquale_Gatti
    http://it.wikipedia.org/wiki/Pierre_Gremion

    La porta è quella.. Prego.

    Saluti

    RispondiElimina
  52. Pensi la fede nella falsa scienza.

    ah!.. non si dimentichi di inserire manganelli e mennea nella sue liste... già che c'è anche mr. jobs.

    Prendo la porta e vado.

    Buona tachipirina a lei e alla sua famiglia.

    RispondiElimina
  53. E' stato disonesto il modo in cui chiesto di arrendermi alla sua verità.
    Lei mi afferma che i progressi medici e la medicina moderna hanno allungato la vita delle persone.

    Io le presento prove di persone nate nel tra il 1875 e il 1880 che hanno vissuto anche 122 anni.
    Oltre a due donne fumatrici di 125 anni che probabilmente in quella lista non ci sono.

    Il nostro oggetto del discorso non era... trovare uno nato nei primi anni del 900 che avesse vissuto piu' di 100 anni.

    L'oggetto del discorso era la frase che ha scritto:
    "Però credo proprio che i nostri avi avessero un'aspettativa di vita decisamente inferiore alla nostra.
    Come mai allora noi, pur mangiando peggio, viviamo molto più a lungo rispetto a quanto vivevano i nostri avi? Come se lo spiega?
    Io un'idea ce l'ho, ma mi piacerebbe sapere il suo parere."

    Com'è possibile che gente che è nata dopo la guerra di secessione è vissuta piu' di steve jobs, Mennea, la Montalcini e il suo amico nato 40 anni fa.

    Dove sono le prove che dimostrano la stupidaggine che ha scritto?
    Lei parla per sentito dire... probabilmente dal veronesi di turno in qualche trasmissione sulla medicina.

    Non sarà questo il motivo per cui se la filano 5 persone e perchè non riesce ad avere, lo ha detto lei, discussioni educate con gli altri.

    Perchè è troppo superficiale... forse?

    Mi dimostri che quello che afferma è vero.
    Sono proprio curioso di vedere come farà a dimostrare che la medicina moderna ha allungato la vita alle persone.

    RispondiElimina
  54. Mi ha scritto:"Come mai non ce ne uno, dico uno nato dopo il 1900 che ha superato i 100 anni? Eppure almeno uno vivo nato dopo il 1900 con almeno 110 potrebbe esserci.. perchè non c'è?
    Mi sa dare una risposta?"

    Io le ho risposto e poi mi viene e dire "Il nostro oggetto del discorso non era... trovare uno nato nei primi anni del 900 che avesse vissuto piu' di 100 anni."
    Ma mi prende in giro?

    Mi scusi ma, lei non ne ha azzeccata una.
    Mi dice ironicamente che Tutto è sempre attribuito alla genetica o a dio., mi cita l'esempio di Dall'Osso e poi si scopre che il suo problema deriva da un difetto genetico. E ignora la cosa.
    Mi dice che anche il diabete dipende dall'alimentazione e praticamente nulla dalla genetica. Io le cito almeno due casi vicino a me (e chissà quanti altri ce ne sono...) in cui il diabete si è manifestato dai primissimi mesi di vita. E ignora la cosa.
    Mi dice che è un'invenzione il fatto che il fumo provoca il cancro, ed io le cito degli studio fine anni 30, ben lontani dalla società di oggi (successivi al premio nobel che mi ha citato lei) che invece dimostrano una correlazione diretta fra le due cose. E ignora la cosa.
    Mi dice che la cura che sta seguendo Dall'Osso la trovata proprio dall'Osso. Io, le cito alcuni testi scientifici degli anni 60 che trattavano la stessa terapia nella cura della sclerosi, le cito i test in doppio cieco che si stanno facendo in tutto il mondo, le ricordo che lo stesso Dall'Osso ha detto che la terapia le è stata suggerita da un medico tedesco e da tutto il suo team.
    E lei lo ignora.

    Perla finale mi dice perché non si trovano persone con più di 100 anni nati dopo il 1900. Il le cito nome, cognome, data di nascita, luogo in cui vivono queste persone che secondo lei non esistono.
    Il tutto contrapposto alla sua "prova" dell'anzianità raggiunta da personaggi biblici.
    Ed ancora una volta elude la cosa e mi dice che non è quello il punto.

    Ogni volta che mi dice qualcosa io la smentisco con le prove documentate.
    Ed ogni volta mi propone una panzana nuova. Per quanto deve continuare ancora la cosa?
    Chi sostiene una tesa, deve anche portarne le prove. Mica agli altri portare le prove del fatto che lei ha detto una panzana. Non funziona così.

    Vuole una dimostrazione che l'aspettativa di vita si è allungata ed è in continuo aumento?
    Le limito a darle un solo link, ma il web ne è pieno:
    https://www.google.it/publicdata/explore?ds=d5bncppjof8f9_&met_y=sp_dyn_le00_in&idim=country:ITA&dl=it&hl=it&q=statistiche%20aspettative%20di%20vita#!ctype=l&strail=false&bcs=d&nselm=h&met_y=sp_dyn_le00_in&scale_y=lin&ind_y=false&rdim=region&idim=country:ITA&ifdim=region&hl=it&dl=it&ind=false

    Ovviamente non è google che lo dice, ma sono gli organismi preposti a fare determinate ricerche.
    Se la sente di dire che mentono tutti?

    Non aggiunga altro se non una statistica da organismi preposti a farlo (non la Bibbia, la prego...) che smentiscono il link che le ho dato sopra.

    RispondiElimina
  55. interessante il link.

    dice che chi è nato nel 1960 ha aspettative di vita minori di uno nato nel 2000.

    Queste le chiama prove?
    Sono previsione fatte dalla Banca Mondiale... mi viene da ridere.

    Lei si beve veramente tutto..

    Una prova valida è uno che nasce nel 1875 e vive 122 anni.

    uno che nasce nel 2000 fino a prova contraria è vissuto 13 anni per ora.

    Lei non porta prove ma previsioni.

    Pensi al suo amico che è morto 40 anni prima piuttosto.

    RispondiElimina
  56. No, quel prospetto dice che dovunque, da diversi decenni, la vita si sta allungando.
    Non sono previsioni.
    Vede che sulle ascisse gli anni arrivano fino al 2010?
    Cosa vuol dire? Che non sono previsioni ma è l'andamento degli ultimi 50 anni, ovvero dal 1960 al 2010.
    Quindi mentono tutti gli organismi preposti a fare questi tipi di ricerche, assieme a svariati milioni di medici che dicono che la vita si sta allungando.
    Quindi un complotto che coinvolge decine di milioni di persone. E tutte queste persone mentono.
    Affascinante.
    Devo dire che di persone con idee stravaganti ne ho incontrate. Ma che dice che la vita invece di allungarsi si sta accorciando non me ne erano ancora capitate.

    Lei ha un medico a cui si rivolge in caso di bisogno?
    Vuole provare a chiederlo ai suoi figli se secondo loro la vita si sta allungando o accorciando?

    Non vedo alcun prospetto che dice che invece di allungarsi la vita si sta accorciando.
    Si è dimenticato di metterlo?

    Provi a mettere in google quanto segue racchiuso fra doppi apici: la vita si sta allungando.
    Vedrà come si sente solo....

    RispondiElimina
  57. Una prova valida è uno che nasce nel 1875 e vive 122 anni.
    Uno? UNO, è una prova valida?
    Lei è un fine umorista...

    Ormai non mi rimane che passare al sarcasmo.
    Non vedo in che altro modo possa continuare questo scambio paradossale di battute...

    Ha ragione comunque..
    Sono proprio un boccalone...
    Credere che le aspettative di vita sono in continuo aumento..
    Che stolto che sono...

    RispondiElimina
  58. ma cosa dice

    La lista è di 100, i 100 piu' longevi over 110.
    Vuol dire che tutti gli altri non arrivano a 50 anni?

    lei è in malafede... colluso forse.

    RispondiElimina
  59. Non ho ben capito quello che ha detto o forse mi sono spiegato male io.

    Ha forse messo la statistica che indica che invece di allungarsi la vita si sta accorciando e mi è sfuggita?

    RispondiElimina
  60. Ha provato a chiedere ai suoi figli cosa ne pensavo dell'aspettativa di vita?
    Ha cercato "la vita si sta allungando" su google?
    Proverà a chiedere al suo medico di fiducia se la vita si sta allungando o no?

    RispondiElimina
  61. Sì, sono colluso.
    Mi faccia vedere, che oggi dovrebbe essermi arrivato il bonifico sul conto da parte del NWO...

    RispondiElimina
  62. Ammetto che ha suscitato la mia curiosità quando ha detto che voleva rimanere anonimo per questione di privacy..
    In genere qua scrivono molti anonimi ma non si preoccupano di precisarlo.
    Cosa è che deve nascondere e soprattutto da cosa o chi si deve nascondere?
    D'altronde a sentire lei, è molto più furbo e sveglio di me, perché nascondersi dietro ad un Anonimo?

    RispondiElimina
  63. ma io ne la insulto ne approfitto dell'anonimato.

    Ma poi.. mi presenta Previsioni della banca mondiale.

    E' come sei io fossi contro l'austerity e lei mi sbugiardasse, come fa di solito, fornendo tesi e previsioni del FMI.


    RispondiElimina
  64. E' evidente che ormai la discussione non offre alcuno spunto, inoltre continua ad ignorare ciò che le dico.
    Rimanga pure con le sue verità.

    Saluti

    RispondiElimina
  65. ignorare cosa? Le previsioni della banca mondiale?

    saluti.

    RispondiElimina
  66. Buongiorno,
    ho letto il suo articolo che offre interessanti spunti, bene inteso niente che un malato o il parente di un malato di cancro, non conosca.
    Io non le contesto nulla circa le argomentazioni che sostiene.
    Quello che sarebbe opportuno dire e' che la chemioterapia, nel caso di tumori diagnosticati ad uno stadio avanzato, non offre alcun miglioramento della qualita' di vita del malato, senza ribadire che non contrasta in alcun modo il progredire della malattia.
    E' importante comunque sottolineare che un approccio multidisciplinare alla malattia cancro, soprattutto dal punto di vista psicologico e nutrizionale, in Italia e' del tutto assente.
    La saluto.

    RispondiElimina
  67. Buongiorno,

    sono assolutamente d'accordo con lei su quanto ha detto.
    Il mio post in effetti non vuole, e non lo fa, elogiare i benefici della chemioterapia, ma bensì scagliarsi contro chi cerca di propinare suoi metodi.
    Ed anche, perché no, scagliarsi contro chi invece nega gli evidenti progressi che ha fatto il campo medico.
    Saluti

    RispondiElimina
  68. Buongiorno,

    Potrebbe fare un esempio degli evidenti progressi che sono stati fatti nel campo medico?

    RispondiElimina
  69. E lei ha chiesto al suo medico e ai suoi figli se le aspettative di vita si sono allungate o accorciate?

    RispondiElimina
  70. Sarebbe come chiedere all'oste se il vino è buono, non crede?

    RispondiElimina
  71. Come le ho detto prima tutte le volte in cui le ho mostrato le prove di avere preso una cantonata, elude la domanda e prosegue sulla sua strada come se non fosse successo nulla.
    Ha provato a chiedere a sua moglie e ai suoi figli cosa ne pensano delle aspettative di vita che secondo lei, invece di allungarsi si accorciano?

    Comunque, visto che lei è così sicuro di ciò che dice ed è altrettanto sicuro di essere nel giusto, ora ho tolto la possibilità di lasciare commenti anonimi.
    Troppo comodo sparare cazzate in forma anonima.
    Se vuole ancora scrivere lo faccia prendendosi qualche responsabilità in più...
    Saluti

    RispondiElimina
  72. Buongiorno,
    per esperienza diretta posso dire che i miglioramenti in campo medico sono evidenti solo ed esclusivamente nella cura di alcuni tumori e solo se scoperti in tempo.
    Inoltre, tale evidenza si scontra con l'arretratrezza del nostro sistema sanitario che tranne qualche isola felice, ha tempi biblici e strumentazione obsoleta per fornire una pronta diagnosi.
    Non parliamo poi della mancanza di un adeguato supporto psicologico per malato e parenti, della fatiscenza delle strutture ospedaliere, del cibo che ho visto dispensare nei reparti oncologici, della omerta' di medici e infermieri riguardo la possibilita' di ricevere assistenza domiciliare da associazioni come l'ANT, dalla reticenza nel fornire un'adeguata terapia del dolore.
    E mi sembra evidente che continuare a negare qualsiasi altra possibilita' di "curare" il cancro sia del tutto anacronistico nel caso di malati terminali in quanto aumentare la speranza e' la cura migliore per malato e parenti nella fase terminale, l'unica possibilita' di raccogliere le forze residue per affrontare la parte peggiore della malattia, cioe' la morte, se non si fosse capito.
    Non parliamo poi dell'aspetto umano, del rapporto medico paziente, medico parenti, aspetti questi che andrebbero curati maggiormente nella formazione di un oncologo , anche se e' inutile sottolineare che alla mancanza di doti umane e' impossibile sopperire.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  73. Buongiorno,
    in effetti quando io cito gli evidenti progressi in campo medico non mi riferisco in particolare modo nel campo oncologico. In effetti, apparentemente, è il settore che meno si è evoluto.
    Ma parlo da assoluto profano. Per quello parlo di "apparenza".
    Sono assolutamente d'accordo con lei.
    Il nostro sistema sanitario penso che sia, per quanto riguarda il mondo occidente, se così lo possiamo definire, uno dei più arretrati sotto parecchi punti di vista.
    Buona giornata a lei.

    RispondiElimina
  74. Mi scusi Skybuck, ma lei stesso non è anomimo?
    Risponde alle domande? Quali sarebbero questi progressi della scienza medica?
    Il 25% dei bambini in USA tossicodipendenti da psicofarmaci è lo stato attuale disastroso della sanità americana, ripresa anche in mezzo mondo.
    Sono questi i progressi?

    RispondiElimina
  75. Io non sono anonimo.
    Mi chiamo Gianluca Frati e vengo dalla provincia di Piacenza. Lei?
    Mi da la fonte del dato che ha appena fornito?
    Grazie

    RispondiElimina
  76. Volevo disabilitare i commenti anonimi ma sono troppo curioso di vedere la fonte della sua affermazione.
    Quindi aspetto a farlo...

    RispondiElimina
  77. Renato Tarabella, Torino. Vivo alle Canarie dopo aver vissuto un po dappertutto negli ultimi 20 anni.

    La fonte è "inventori di malattie" Documentario mandato in onda da rai 3 nel 2011.

    Mi dica, dopo averlo visto se Hitler era cosi cattivo al confronto.

    http://www.youtube.com/watch?v=e89gSLVPc18

    RispondiElimina
  78. Qual'è lo strano meccanismo mentale che le dice di non fidarsi di milioni di scienziati ma che le dice di fidarsi di una trasmissione tv, la stessa tv, che invece le dice che la vita si sta allungando?
    Mi dica, dove trova la razionalità in tutto questo?

    RispondiElimina
  79. Alcuni link che trattano nei progressi della scienza medica e anche del fallimento delle terapia alternativa. In particolare in campo oncologico. Buon studio.
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16978951
    http://www.cancerresearchuk.org/cancer-info/cancerstats/survival/latestrates/
    http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa060476
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21225354
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1273444/
    http://www.cancerresearchuk.org/cancer-info/cancerstats/childhoodcancer/survival/
    http://www.cancerresearchuk.org/cancer-info/cancerstats/types/lung/survival/lung-cancer-survival-statistics

    In verità sono ben consapevole che nonostante lo chieda, a lei non frega niente delle dimostrazioni dei progressi della scienza medica.
    Ma d'altronde lei mi chiede le dimostrazioni dei progressi della scienza medica e del fatto che la vita si sta allungando.
    Tutti i link che le mostro non la soddisfano perché è come "chiedere all'oste se il vino è buono".
    Se ragioniamo così è ovvio che non si va da nessuna parte: appena le indico un documento che mostra i progressi medici, lei lo cassa dicendo che è falso.
    Quindi le chiedo: che requisito dovrebbe avere una documentazione perché possa essere da lei accettata, che mostra i progressi della scienza medica?
    Così evitiamo di perdere ulteriore tempo.

    RispondiElimina
  80. mi tolga una curiosità.. come ha fatto a vedere 52 minuti di documentario in 23?
    Ammesso che l'abbia iniziato a vedere quando ho fatto il post cosa che dubito.

    Da dove arrivano i soldi degli enti governativi che mi ha passato? Chi c'è dento ? Scommette che sono tutti professori consulenti delle multinazionali farmaceutiche?
    Se avesse guardato il documentario che le ho segnalato, non avrebbe postato alcun link.

    Cosa chiede a fare le fonti se poi non le guarda?

    Adesso l'ho capito anche io chi è lei... chi non la capito sono i 4 che la seguono.

    RispondiElimina
  81. Infatti non l'ho guardato.
    Ma come al solito non mi ha risposto.
    Perché quel documentario sì, e altre cose che dice la tv, fautrice del grande gomboloddo, no?
    Qual'è lo strano meccanismo mentale che le dice di non fidarsi di milioni di scienziati ma che le dice di fidarsi di una trasmissione tv, la stessa tv, che invece le dice che la vita si sta allungando?
    Quindi mi sfugge:
    che requisito dovrebbe avere una documentazione perché possa essere da lei accettata, che mostra i progressi della scienza medica?

    Risponde alla mia domanda con un'altra domanda.
    Segno che le argomentazioni latitano...

    RispondiElimina
  82. Mi chiede dove ho trovato i dati.
    Le porto i dati, lei li ignora.

    E poi lei tratta da cialtrone me?

    Si ricordi che il 30% delle persone muore di cancro e il 38% di problemi cardiocircolatori.
    Se crede anche alle statistiche dovrebbe cominciare a preoccuparsi.

    Non solo non risponde ma è anche molto arrogante.
    Persone come lei riempiono il mondo... portano i bambini alle feste di compleanno senza curarsi di di quello che mangeranno... scommetto che non se ne preoccupa mai, come fanno tutti.

    Si ricordi che quelli come lei rientrano in nelle statistiche che le citavo prima.

    In casa mia è diverso, le statistiche non funzionano... ne ho una prova vivente al fianco... lei crede ai miracoli?

    Io no.

    RispondiElimina
  83. Ignoro i suoi dati?
    Le torna familiare la cosa?

    Ha ragione lei.

    Saluti

    RispondiElimina
  84. Se posso dire la mia, la verita' forse sta nel mezzo.
    Gli interessi delle multinazionali farmaceutiche sono enormi e la loro influenza sull'OMS e' totalizzante, ogni decisione di quest'organo e' ormai presa direttamente dalle compagnie farmaceutiche, che ad esempio negli Stati Uniti non sono sottoposte ad alcun tipo di controllo e ormai nei loro bilanci conta piu' il marketing che lo sviluppo e ricerca.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  85. Sono ancora una volta d'accordo con lei.
    Le multinazionali non sono altro che meccanismi che devono far soldi.
    Purtroppo è così.
    L'obiettivo principale è fare soldi per sopravvivere.
    E per farlo non guardano in faccia nessuno.
    Lo fa il piccolo commerciante, lo fa il mega store e lo fanno le multinazionali.
    Intendiamoci, ciò non vuol dire che sono giustificabili.
    Ritengo però che troppe volte ci si faccia trasportare dall'emozione.
    Guardi soltanto la storia di Sofia e di Vannoni.
    Le Iene trasmettono un servizio che suscita uno scalpore mediatico impressionante.
    Poi se si vanno a vedere i fatti si scopre che Vannoni ha avuto, grazie ai recenti fatti, un incremento mostruoso di richieste al suo centro Stamina Foundation (lo stesso Vannoni parla di 9mila richieste pervenute http://www.repubblica.it/scienze/2013/03/26/news/stamina_scienziati_inorridito-55406034/ e a pensare male...). Poi si scopre che i trapianti staminali, comunque permessi, dietro presentazione di prove della validità della cura che Vannoni non ha mai nememno presentato, in 13 centri in Italia (ma questo molte persone non lo sanno...), sono stati fatti in condizioni di igiene scarsa e non in sicurezza. Poi si scopre che l'attività biologica delle cellule trapiantate era quasi inesistente rendendo di fatto praticamente inutile il trapianto (e forse anche dannoso? Non lo sappiamo..).
    Tante cose che andrebbero analizzate a mente fredda lasciando da parte le emozioni.

    Saluti

    RispondiElimina
  86. Anonimo,
    certo che lei è uno spasso.
    Continua a tornare sugli argomenti su cui siamo d'accordo.
    Il documentario l'ho visto e ribadisce ciò che mi ha già detto e sul quale sono d'accordo, giorni fa le ho detto:
    "Lei continua a ripetermi le stesse cose da qualche post, sul quale sono assolutamente d'accordo (alimentazione, lucro delle multinazionali della medicina, come faccia male se mi lascio il dentifricio in bocca...), su altre invece siamo distanti anni luce."
    Quindi? Una volta che abbiamo visto il documentario sul quale siamo d'accordo? Che si fa?

    Rimangono fermi questi punti sul quale deve ancora chiarirmi la sua posizione. Le ripeto le stesse frasi che le ho detto, tanto valgono ancora, perchè di spiegazioni non se ne sono viste:
    - mi dice ironicamente che Tutto è sempre attribuito alla genetica o a dio., mi cita l'esempio di Dall'Osso e poi si scopre che il suo problema deriva da un difetto genetico.
    - mi dice che anche il diabete dipende dall'alimentazione e praticamente nulla dalla genetica. Io le cito almeno due casi vicino a me (e chissà quanti altri ce ne sono...) in cui il diabete si è manifestato dai primissimi mesi di vita.
    - mi dice che è un'invenzione il fatto che il fumo provoca il cancro, ed io le cito degli studio fine anni 30, ben lontani dalla società di oggi (successivi al premio nobel che mi ha citato lei) che invece dimostrano una correlazione diretta fra le due cose.
    - mi dice che la cura che sta seguendo Dall'Osso la trovata proprio dall'Osso. Io, le cito alcuni testi scientifici degli anni 60 che trattavano la stessa terapia nella cura della sclerosi, le cito i test in doppio cieco che si stanno facendo in tutto il mondo, le ricordo che lo stesso Dall'Osso ha detto che la terapia le è stata suggerita da un medico tedesco e da tutto il suo team.
    - io le mostre svariate statistiche sulla vita che si allunga, derivanti da svariati enti, e lei in risposta non mi mostra una statistica anche raffazzonata, falsificata, fuorviante, mi mostra i personaggi biblici, adducendo il fatto che potrebbe non essere una bufala.
    - mi attacca ancora una volta sull'educazione dei figli, che non c'entra un accidente con ciò di cui si sta discutendo.
    - mi dice Si ricordi che il 30% delle persone muore di cancro e il 38% di problemi cardiocircolatori. Quindi?
    - infine mi dice di non fidarmi di nessuno, però mi mostra un documentario di Rai tre, che è lo stesso media che invece secondo lei mi propina falsità. Quindi ci fidiamo dei media quando dicono ciò che è in linea con il nostro pensiero e non ci fidiamo quando ciò che dicono non lo è?

    Ora attivo la moderazione dei commenti.
    Se vorrà rispondere in modo attinente pubblicherò il commento, se ancora una volta metterà altra carne al fuoco, mostrerà la sua povertà di argomentazioni e la modererò finché non deciderà di chiarire i punti che le ho esposto.
    Siamo vissuti bene fino a 10 giorni fa, presumo che continueremo a farlo anche non parlandoci mai più.
    Saluto

    RispondiElimina
  87. Aggiungo una cosa che dimostra quanto è poco attento a ciò che legge (non voglio pensare alla malafede):
    lei mi ha detto Il 25% dei bambini in USA tossicodipendenti da psicofarmaci.
    Indicandomi il link del filmato.
    Questo è lo stralcio del filmato dell'intervista incriminata:
    In alcune scuole i ricercatori hanno scoperto che il 25% dei bambini prende i farmaci per l'ADHD...

    Per tossicodipendenza si intende:"Condizione di dipendenza fisica e psicologica dall'uso di sostanze stupefacenti" (http://www.grandidizionari.it/Dizionario_Italiano/parola/T/tossicodipendenza.aspx).
    Chi glielo ha detto che questi bambini hanno una dipendenza fisica e psicologica verso i farmaci contro l'ADHD?
    Melody Petersen dice che in alcune scuole (quindi un campione limitato) il 25% dei bambini prende il farmaco, ma lei ha detto:
    Il 25% dei bambini in USA tossicodipendenti da psicofarmaci
    Falso. FALSISSIMO.
    Ma fa molta scena dirlo vero?
    Inoltre perché crede sulla parola a questa Melody Petersen?
    Ha fatto delle ricerche per accertarsi che abbia detto la verità?
    Nel documentario non vengono citate fonti.
    Quindi? Come la spiega questa?

    RispondiElimina
  88. Faceva più bella figura a non farmi vedere il documentario.. Glielo garantisco...

    RispondiElimina
  89. http://www.macrolibrarsi.it/autori/_melody-petersen.php

    Melody Petersen pare sia una giornalista.
    Uè?! Ci fidiamo dei giornalisti?
    Ma siamo impazziti?

    Se vorrà chiarire tutte queste cose sarò ben lieto di pubblicare il suo eventuale commento.

    Saluti

    RispondiElimina
  90. guardi non la leggo nemmeno piu' perchè è solo un arrogante disinformato.

    stia molto attento.. lei è la classica pecora che crede alle balle dei lupi...

    RispondiElimina
  91. Questo lo pubblico...

    La mancanza di argomentazioni è disarmante...

    RispondiElimina
  92. Buongiorno ... ho una persona molto cara 40 anni quasi 41 .... sportivo attento alla dieta, non fumatore , nessuna presenza di tumore in famiglia ....
    Sta morendo ... dopo che l'anno scorso gli è stato diagnosticato un tumore allo stomaco in metastasi su polmoni e fegato ha seguito una serie di cicli di chemioterapie ed ora non funzionano più già da 2 mesi .... Abbiamo fatto diete appropriate, cure fitoterapiche, scandagliato aspetti psicologici .... Lui è un ottimo architetto giovane .... sta morendo ..... è un luminoso scricciolo lottatore ... sta morendo ......

    RispondiElimina
  93. Buongiorno,
    mi addolora leggere commenti di questo tipo.
    E fuorviante credere che basta seguire una dieta appropriata ed uno stile di vita corretto per mettersi al riparo da determinate patologie.
    Purtroppo non è così matematico.
    E non è neanche corretto dire che non basta.
    Dire che non basta significa sostenere che poteva essere fatto qualcosa in più per non ammalarsi.
    Non è così.

    Purtroppo non ci sono ulteriori parole da aggiungere.

    Bisogna solo sperare che la scienza medica possa un giorno trovare una cura, o un sistema di diagnosi precoce. Non so cos'altro dire.

    Le auguro ogni bene.

    RispondiElimina
  94. Signor Skybuck... qualche interessante dato sulla chemio..
    ""Estremamente importante è poi “la vasta indagine condotta per 23 anni dal Prof. Hardin B. Jones, fisiologo presso l'Università della California, e presentata nel 1975 al Congresso di Cancerologia, presso l'Università di Berkeley. Oltre a denunciare l'uso di statistiche falsificate, egli prova che i cancerosi che non si sottopongono alle tre terapie canoniche (chemio, radio e chirurgia N.d.A.) sopravvivono più a lungo o almeno quanto chi riceve queste terapie. Come dimostra Jones, le malate di cancro al seno che hanno rifiutato le terapie tradizionali, mostrano una sopravvivenza media di 12 anni e mezzo, quattro volte superiore a quella di 3 anni raggiunta da coloro che si sono invece sottoposte alle cure complete” “Uno studio condotto da quattro ricercatori inglesi, pubblicato su una delle più autorevoli riviste mediche del mondo, The Lancet del 13-12-1975, e che riguarda 188 pazienti affetti da carcinoma inoperabile ai bronchi. La vita media di quelli trattati con chemioterapia completa fu di 75 giorni, mentre quelli che non ricevettero alcun trattamento ebbero una sopravvivenza media di 220 giorni”

    RispondiElimina
  95. E' sicuramente molto interessante quello che hai scritto.
    Quindi viene da chiedersi: dove è il complotto se The Lancet (che come dice wikipedia: "...è considerata tra le prime cinque riviste mediche internazionali...") ha pubblicato un studio del genere?

    Inoltre è risaputo e arcinoto che non tutti i tumori, e non tutti i pazienti, reagiscono allo stesso modo una volta che lo stesso paziente viene sottoposto a chemioterapia o radioterapia.
    Ti faccio un esempio.
    Allo studio che hai proposto tu (sarebbe interessante avere qualche dato più dettagliato. Hai qualcosa sottomano?) potrei rispondere con svariati studi che invece dicono il contrario.
    Guarda questo grafico ad esempio:
    http://4.bp.blogspot.com/-KHjiTZ4ypqM/ThzKoRQqJnI/AAAAAAAABzM/wDjMlWxW2to/s1600/survival.

    E' quanto meno azzardato dire che uno studio condotto su 188 pazienti possa dare un quadro completo della situazione.

    RispondiElimina
  96. Anonimo, mi spiace.
    Non faccio pubblicità a chi dice di un malato di parkinson "i tremori sono spariti in 15 giorni" salvo poi dire "Non potete immaginare cosa succederebbe se fosse pubblicata una ricerca che dimostri l'efficacia su una malattia qualsiasi, ad es. il Parkinson. Prima di tutto ci sarebbero delle controversie, poi chiederebbero che il prodotto fosse classificato come farmaco e poi lo sequestrerebbero perchè non a norma di legge... Giustamente si preferisce il semplice ed efficace passaparola", oppure a chi propone il metodo "Fra' Maria" per curare il cancro.
    Potrei continuare per ore, ma ho cose più stimolanti di cui occuparmi...

    RispondiElimina
  97. Certo non volergli fare pubblicità e scrivere un blog in cui dopo aver evidenziato in grassetto nome e cognome spieghi per filo e per segno "Vediamo chi è costui" e tutto quello che ha scritto...comunque questo per confutare quanto scriveva Duncan è certamente piu' pertinente di una generica risposta "dov'è il complotto se The Lancet..." etc etc
    http://kankropoli.blogspot.it/2014/04/kankropoli-le-ricerche-ufficiali-e.html

    Perchè rispondere che esistono studi che dicono il contrario non è rispondere argomentando, tanto meno postare un grafico che nulla mostra degli effetti della chemioterapia.
    Comunque lì ci sono quei dettagli che chiedevi a Duncan.
    Saluti.

    (puoi cancellare il link se non vuoi fargli pubblicità o evitare la pubblicazione di tutto il reply se preferisci)

    RispondiElimina
  98. Hai ragione..
    E' stata comunque pubblicità negativa...

    Il link è molto interessante è da un quadro un po' più completo rispetto a "La vita media di quelli trattati con chemioterapia completa fu di 75 giorni, mentre quelli che non ricevettero alcun trattamento ebbero una sopravvivenza media di 220 giorni”..

    RispondiElimina
  99. Ma.. mi sfugge qualcosa..
    Cos'è http://kankropoli.blogspot.it/ ??
    :)

    RispondiElimina
  100. Credo di avere preso un granchio..
    E dopo aver visto nel commento di prima la scritta kankropoli, mi è andato il sangue alla testa.. :)
    Chiedo scusa all'anonimo di prima....
    E riporto il commento che non posso più ripristinare nel modo tradizionale:
    "Per un approfondimento su Kankropoli la mafia del cancro consiglio la lettura di Kankropoli, Il sonno della ragione genera mostri: kankropoli.blogspot.it"

    RispondiElimina